SCHAUSPIELHAUS WIEN / ANTONIO LATELLA

SCHAUSPIELHAUS WIEN / ANTONIO LATELLA

TEATRO – PRIMA NAZIONALE
12 13 OTTOBRE TEATRO ELISEO – H20:45 / DOM 17:00 – € DA 25 A 10
13 OTTOBRE APPENA FATTO!
 

Si può capire il male, quello assoluto, comprenderlo fino a condividerne emotivamente le ragioni? È la sfida di “Die Wohlgesinnten”, il nuovo lavoro teatrale di Antonio Latella tratto dal romanzo di Jonathan Littell “Le benevole”, che vedrà in scena gli attori dello Schauspielhaus di Vienna.

Caso editoriale tra i più acuti degli ultimi anni, “Le benevole” si presenta come il memoriale di Maximilian Aue, un criminale delle SS che dopo essere sfuggito alla cattura creandosi una falsa identità, racconta la sua dettagliatissima versione dell’orrore. Dalla guerra contro l’Unione Sovietica, ai massacri di civili, fino alla Shoah: nulla nasconde Aue, ma i suoi occhi sono quelli di un uomo colto, intellettualmente curioso, amante della musica, cosciente di cosa commetteva, a cosa collaborava e in cosa ineluttabilmente era entrato.

La sua epopea non è più la banalità del male, è la dimostrazione della inevitabilità del male quando confessa: «Il vero pericolo per l’uomo sono io, siete voi». Il fluviale testo di Littell, quasi 1000 pagine, nell’adattamento dello stesso Latella e di Federico Bellini, si concentra sugli aspetti più intimi e privati della personalità di Aue e della sua oscura sessualità, di sua sorella Una e del suo miglior amico Thomas Hauser.

Terza parte di una trilogia teatrale dedicata alla menzogna, “Die Wohlgesinnten” ripercorre il romanzo dall’inizio alla fine: con il suo teatro antirealistico, popolato di apparizioni e con una importante presenza della musica interamente composta da Franco Visioli, Latella traccia una mappa psicologica del protagonista e si concentra sul percorso della sua formazione e iniziazione: il cedimento al male.
 

Di Jonathan Littell
Traduzione tedesca Hainer Kober
Adattamento Antonio Latella e Federico Bellini
Con Thiemo Strutzenberger (Maximilian Aue), Steffen Höld (Thomas Hauser), Barbara Horvath (Una) e Maurizio Rippa (Cantante)
Regia Antonio Latella
Scene e Costumi Moira Zoitl, Ralf Hoedt
Disegno luci Simone De Angelis
Musica Franco Visioli
Drammaturgia Brigitte Auer, Francesca Spinazzi
Assistente alla regia Katrin Hammerl
Assistente alla drammaturgia Matthias Male
Assistente alla regia volontario Felicitas Pilz
Assistente ai costumi volontario Alana Reimer
Produzione Schauspielhaus Wien
In collaborazione con stabilemobile – compagnia Antonio Latella