IL SUCCESSO DEL ROMAEUROPA FESTIVAL 2013

IL SUCCESSO DEL ROMAEUROPA FESTIVAL 2013

Oltre 2 mesi di programmazione, 37 progetti performativi su 13 diversi spazi, 70 repliche e tantissime occasioni di incontro, formazione e approfondimento con il pubblico. E, il dato più importante, oltre 24.000 spettatori e 267 giornalisti accreditati che hanno prodotto 300 uscite stampa e 330 articoli sul web. Si chiude con un bilancio più che positivo la 28a edizione del Romaeuropa Festival. Un successo quasi imprevisto, se si considera la flessione dichiarata dalla SIAE sulla partecipazione del pubblico agli eventi teatrali. Alle migliaia di spettatori che hanno partecipato al Festival, si aggiungono i tantissimi visitatori di Stigmata – Action & Performances 1976-2013, mostra dedicata a Jan Fabre, visitabile al MAXXI fino al 16 2014; e, soprattutto, Digital Life 2013 – Liquid Landscapes, la mostra, giunta alla sua quarta edizione, ideata e prodotta dalla Fondazione Romaeuropa, sui rapporti fra creatività artistica e innovazione tecnologica, aperta al pubblico fino all'8 dicembre prossimo al Macro Testaccio.

Un successo concreto cui fanno eco i dati della presenza sul web di Romaeuropa durante i 2 mesi del Festival: 70.000 visite sul sito istituzionale della Fondazione, oltre 20.000 accessi al sito di Metamondi di Telecom Italia, su cui è possibile rivedere i 4 spettacoli della rassegna on demand e gratuitamente fino a giugno 2014, un fiume inarrestabile di tweet e un incremento del 38% sulla community di facebook, di più del 30% sul canale you tube.

Non era facile raggiungere questi risultati in un periodo molto difficile per tutti e in particolare per l'intero mondo della cultura. E il merito di questo successo va principalmente a un pubblico attento e appassionato che ci segue da anni e ai tantissimi giovani che quest'anno si sono avvicinati per la prima volta alla proposta artistica di Romaeuropa. C'era da reagire alla crisi attraverso l'arte, così recitava il claim della campagna del Festival 2013. Avete reagito. Abbiamo reagito. Come sempre, insieme.

Grazie a tutti voi.