PREMI UBU 2014 A EMMA DANTE E TAGLIARINI/DEFLORIAN

PREMI UBU 2014 A EMMA DANTE E TAGLIARINI/DEFLORIAN

Un grande successo per Emma Dante, Antonio Tagliarini&Daria Deflorian ai premi UBU 2014. Le sorelle Macaluso di Emma Dante, ultimo spettacolo della gestione Romaeuropa del Palladium che ha riscosso uno straordianrio successo di pubblico a inizio 2014, ha vinto i premi come Spettacolo dell’anno e Miglior regia. Antonio Tagliarini e Daria Deflorian si aggiudicano invece il premio come Novità italiana o ricerca drammaturgica con Ce ne andiamo per non darvi altre preoccupazioni, spettacolo corealizzato dalla Fondazione Romaeuropa e Teatro di Roma che ha debuttato al Romaeuropa Festival 2013.

Premio Ubu per il teatro 2014: i vincitori

Spettacolo dell’anno
Le sorelle Macaluso
regia di Emma Dante

Miglior progetto artistico o organizzativo
e la volpe disse al corvo. Corso di Linguistica Generale
Il teatro di Romeo Castellucci nella città di Bologna
a cura di Piersandra Di Matteo
(Comune di Bologna/Socìetas Raffaello Sanzio)

Miglior regia
Emma Dante
(Le sorelle Macaluso di Emma Dante)

Miglior allestimento scenico
Alessandro Marzetti, Silvia Bertoni, Armando Punzo
(Santo Genet Commediante e Martire)

Miglior progetto sonoro o musiche originali
G.u.p. Alcaro
(Quartett)

Miglior attore o performer
Roberto Latini

Miglior attrice
Arianna Scommegna

Nuovo attore, attrice o performer (under 35)
Licia Lanera

Novità italiana o ricerca drammaturgica
Ce ne andiamo per non darvi altre preoccupazioni
di Daria Deflorian e Antonio Tagliarini

Novità straniera
Frost/Nixon
di Peter Morgan

Miglior spettacolo straniero presentato in Italia
Glaube Liebe Hoffnung di Ödön von Horváth
regia Christoph Marthaler

Premi Speciali
Compagnia Marionettistica Carlo Colla e Figli
per la sua lunga e prestigiosa storia, fedele ai valori della tradizione e capace di rigenerarsi e di incantare generazioni diverse con soluzioni sceniche sempre improntate ad alta  qualità artistica
Michele Sambin e il Tam Teatromusica
per l’incessante attività di ricerca tesa a coniugare impegno  di interazione sociale e intreccio delle arti in un reciproco scambio di valori ed esperienze

Si è svolta a Milano – con la conduzione di Francesca Mazza e Marco Cavalcoli –  la premiazione della trentasettesima edizione dei Premi Ubu, curata dall’Associazione Ubu per Franco Quadri. Consegnati nello storico Piccolo Teatro “Paolo Grassi” davanti a una platea affollata di artisti, critici e appassionati del teatro, i 13 riconoscimenti sono stati decretati dai voti di una giuria di 53 referendari. I premi abbracciano tutti i ruoli del teatro, dalla regia agli attori e attrici, dalla scenografia alla drammaturgia italiana e straniera, per culminare con lo spettacolo dell’anno, senza dimenticare i “premi speciali”, destinati a segnalare realtà con contemplate dalle categorie canoniche. Il Premio Ubu per il teatro – l’unico realizzato in forma di referendum – è storicamente un riconoscimento dallo sguardo lungo, che cerca di individuare non solo il meglio che c’è, ma quello che verrà, aprendo alle nuove prospettive. A partire da questa consapevolezza è stato avviato dall’Associazione Ubu per Franco Quadri un processo di rinnovamento per rispondere all’esigenza di comprendere con maggiore capillarità l’evoluzione del linguaggio scenico, cercando di sollecitare nei votanti uno sguardo a tutto tondo tra le espressioni contemporanee: oltre alla modifica di alcune definizioni e all’eliminazione di alcune categorie (ovvero quelle di “Miglior attore e attrice non protagonista”) è stato operato l’inserimento delle nuove voci “Miglior progetto artistico o organizzativo” e “Miglior progetto sonoro o musiche originali”