RAI5 E ROMAEUROPA FESTIVAL

RAI5 E ROMAEUROPA FESTIVAL

Prosegue la collaborazione tra Rai5 e Romaeuropa: in onda a Settembre tre puntate (per un progetto a cura di Felice Cappa con la regia di Claudia Seghetti e il coordinamento di Giovanna Miranda, produzione esecutiva di Alessandra Giorgi) dedicate alla storia della Fondazione e alle sue differenti attività attraverso il materiale degli artisti che le hanno vissute e sostenute e di chi, attraverso il proprio sguardo, ha accompagnato la crescita di Romaeuropa Festival e dei dieci anni di programmazione al Teatro Palladium.
Proprio dal Palladium, il 6 Settembre alle ore 23.48, parte il racconto di Rai5. Al centro del discorso, oltre alla programmazione che si è articolata nel teatro per 10 anni, dal 2004 al 2014, ci sarà il rapporto tra la cultura contemporanea e la città, attraverso le attività dello storico spazio che ha animato per due lustri un quartiere popolare come la Garbatella. Qui, oltre ad essere ospitati artisti e compagnie che hanno fatto dell’innovazione la propria bandiera, si sono intrecciate discipline e saperi che hanno realizzato un polo culturale trasversale alle arti, alle scienze e alle pratiche sociali. Dal Festival della Scienza di Radio3 alla stagione dei reading, agli incontri che hanno esplorato l’architettura urbana del quartiere. Monique Veaute (Presidente Fondazione Romaeuropa) e Fabrizio Grifasi (Direttore Fondazione Romaeuropa) dialogano con Michele dall’Ongaro (compositore e musicologo), Rossella Panarese (Radio Rai 3 Scienza) Lorenzo Pavolini (scrittore e giornalista), Roberta Nicolai (Direttrice Artistica Teatri di Vetro).
Due le puntate dedicate ai momenti più importanti del Romaeuropa Festival (il 13 Settembre alle ore 22.25 e il 20 Settembre alle ore 23.00). A partire dalla fondazione della manifestazione nel 1986, su impulso della Fondazione degli amici di Villa Medici, si ripercorrono quasi trent’anni di attività. Un arco di tempo in cui il festival è diventato un punto di riferimento per la ricerca artistica contemporanea internazionale nel campo del teatro, della danza, della musica elettronica, delle arti digitali e performative anche attraverso le cinque edizioni di Digital Life, il progetto dedicato al rapporto tra nuove tecnologie e arti visive. il 13 Settembre ce lo racconteranno insieme a Veaute e a Grifasi il Direttore di Villa Medici Éric de Chassey, Rossella Battisti (critica di danza e teatro) e Anna Bandettini (critica teatrale) mentre il 20 Settembre Edoardo Sassi (critico d’arte) e Alberto Dentice (critico musicale).