TEATRO ELISEO SOTTO SFRATTO: ALCUNE DICHIARAZIONI

TEATRO ELISEO SOTTO SFRATTO: ALCUNE DICHIARAZIONI

“Esprimo tutta la mia solidarietà al Romaeuropa Festival e alla compagnia di Emma Dante per quanto accaduto a Roma in questi giorni. Ancora una volta si colpisce il lavoro di chi – per anni e tra pochissimi in questo Paese – ha promosso la cultura teatrale in senso contemporaneo e internazionale. Trovo paradossale che una città come Roma, che deve enormemente a questo Festival, non riesca a trovare un luogo che possa garantire il debutto e la continuazione dello spettacolo. E’ anche così che si spegne il senso di urgente necessità della cultura, rendendo la sua idea come qualcosa di accessorio e di inessenziale.”

Romeo Castellucci

************************************

MONIQUE  VEAUTE : STOP A DANTE PESSIMO SEGNALE PER CULTURA

“E’ un grandissimo dolore perché è un pessimo segnale per la cultura e per la città”. Parola di Monique Veaute Presidente della Fondazione Romaeuropa che commenta così, con l’Adnkronos, la cancellazione definitiva dello spettacolo Operetta Burlesca, in programma al Romaeuropa Festival fino al 30 novembre. Uno stop che “stronca un momento del festival in cui c’è stato grande entusiasmo tra il pubblico e nel quale si davano segnali molto positivi di energia da parte degli artisti e di una propositività che in questo momento di crisi faceva sperare nel futuro. Questo stop è disastroso e triste. Sono molto arrabbiata”, lamenta ancora Veaute. “Non abbiamo trovato soluzioni – spiega Veaute – per trovare un altro posto in cui portare lo spettacolo. Mesi fa, quando abbiamo capito che la situazione dell’Eliseo era complessa, avevamo già cercato una soluzione per trovare un altro teatro. Ma la cosa era già impossibile. Eravamo fiduciosi nel fatto che avremmo potuto proporre lo spettacolo fino al 30 novembre e non è stato possibile”. Il Romaeuropa Festival, iniziato lo scorso 24 settembre, comunque continuerà ancora al di là dello spettacolo di Emma Dante e si concluderà il 30 novembre. “Al Teatro Vascello – dice il presidente – è completamente esaurito lo spettacolo Acrobates. Noi finiremo benissimo”, ma la cancellazione dello spettacolo di Emma Dante “è una ferita che non so neanche come spiegare. Non è possibile”. Per Veaute l’unica persona “che può salvare la situazione è l’Assessore alla Cultura Giovanna Marinelli, perché è stata coinvolta nella trattativa tra i due proprietari dell’Eliseo e sa se si può riaprire a breve o se si può trovare un’altra soluzione”.

************************************

TEATRO ELISEO, RAVERA: “TUTELARE ARTE E POSTI DI LAVORO”

“Mi auguro che lo sforzo di sanare una situazione cosi’ difficile come quella attuale del Teatro Eliseo vada in una direzione che salvaguardi l’arte e tuteli al tempo stesso i posti di lavoro. Queste devono essere le priorita’ di tutti, proprietari, istituzioni, lavoratori, sindacati”. Lo scrive in una nota l’Assessore alla Cultura e politiche giovanili della regione Lazio, Lidia Ravera, all’indomani dello sfratto del teatro Eliseo. “Cancellare un capolavoro come Operetta burlesca di Emma Dante in programma al Romaeuropa Festival significa privare i cittadini di un importante momento di spettacolo dal vivo frutto del lavoro di una grande artista e di una fondazione che da anni porta alla citta’ di Roma e nel Lazio un contributo fondamentale di crescita culturale” aggiunge Ravera.

************************************

Carissimi amici di Romaeuropa
Tutta la mia solidarietà a voi a Emma Dante e ai suoi attori e collaboratori…

É scandaloso quello che succede nella nostra città… teatri chiudono… spettacoli vengono annullati… il pubblico viene privato degli spettacoli che vuol vedere… artisti italiani che ovunque in Europa sono rispettati e accolti con entusiasmo qui da noi si ritrovano per strada… un festival come Romaeuropa che negli anni ha permesso alla nostra città di conoscere artisti straordinari da tutto il mondo costretto a cercare spazi… insomma una vergogna che sento come cittadino romano… vergogna che sicuramente condivido con molti… e che dovrebbe ricadere su chi lascia la nostra capitale allo sfacelo… tutti spettatori artisti compagnie teatri operatori privati e pubblici dobbiamo alzarci in piedi non per applaudire questa volta ma per impegnarci per la cultura nella nostra città che merita molto di più di così… vedete per me uno spettacolo sfrattato è un segno gravissimo… un teatro, un’istituzione, una politica culturale non è NULLA senza quello spettacolo, senza tutti gli spettacoli, senza gli artisti che ora vengono gettati per strada.
Svegliamoci tutti da questo grande sonno e facciamoci sentire

Un abbraccio a voi tutti
Miei cari amici
Lottiamo fino all’ultimo per la libertà della nostra arte
Giorgio Barberio Corsetti

************************************

Fermare uno spettacolo, togliere la parola ad artisti come Emma Dante e Carmine Maringola, interprete di Operetta burlesca, sottrarre al pubblico il lavoro che Romaeuropa svolge da anni con impegno e serietà, significa non rispettare, non amare il teatro e il suo pubblico. Questo accade a Roma, all’Eliseo. Le contese legali per il possesso della sala, cui giustamente il Ministro Franceschini ha posto il vincolo di destinazione d’uso, non possono impedire a Emma Dante e a Romaeuropa di poter presentare al pubblico questo spettacolo nelle repliche programmate. Diversamente, si consumerebbe un ennesimo “sfratto alla cultura”, ancora più grave in una città che nelle sue diverse realtà teatrali sta cercando di ricostruire una propria identità e un nuovo rapporto con il pubblico.

Sergio Escobar
Direttore del Piccolo Teatro di Milano – Teatro d’Europa
Milano, 21 novembre 2014

************************************

TEATRO ELISEO, EMMA DANTE: “PORTERO’ SPETTACOLO IN STRADA E PIAZZE ROMA”

 Emma Dante, appello alle istituzioni per salvare il Romaeuropa Festival e risolvere il ‘caso Eliseo’: e’ quanto avvenuto oggi, ai microfoni del programma di Rai Radio2 #staiSerena, condotto da Serena Dandini. Emma Dante, infatti, era in scena dal 18 novembre, con lo spettacolo Operetta Burlesca nell’ambito della manifestazione Romaeuropa Festival, al Teatro Eliseo di Roma, che stamattina e’ stato sgomberato in seguito a uno sfratto. “Stasera la spettacolo probabilmente saltera’ vista la situazione in quel teatro, speriamo nei prossimi giorni di recuperarlo, di salvare lo spettacolo, anche perche’ e’ in chiusura di uno dei Festival piu’ importanti di Europa. Com’e’ possibile vivere questo disagio vergognoso?”.Vista la situazione – le chiede Serena Dandini – forse ora lo potreste fare ‘on the road’. “Si, ora siamo in strada e quindi dico: perche’ non fare lo spettacolo per strada, magari cercando una piazza o una via qui a Roma. Potremmo usare, come pubblico, i turisti, visto che Roma ne e’ piena”. Ci sono tante persone che hanno gia’ acquistato il biglietto di Operetta Burlesca. “Si, infatti quello che sta accadendo e’ un danno anche morale”. La vicenda dell’Eliseo rischia di mettere in seria crisi lo stesso Romaeuropa Festival. “Si’, il Romaeuropa, che per tanti anni ha animato questa citta’ in modo sublime, ora si trova in situazione precaria in cui mendicar spazio per mandare avanti la propria attivita’. E questo lo trovo vergognoso”. Cosa propone di fare? “Faccio un appello alle istituzioni e chiedo a questi signori di mettersi in contatto con il direttore Fabrizio Grifasi e con chi ora si trova in mezzo alla strada, affinche’ si possa salvare questo Festival”, ha concluso la Dante a Rai Radio2.

************************************

Emma Dante sul Teatro Eliseo: “Sono infuriata, ma anche delusa e sconfortata che in un paese come il nostro, che in una citta’ come Roma nessuno garantisca il prosieguo di un festival come Romaeuropa, della mia ‘Operetta burlesca’ che ha debuttato ieri sera all’Eliseo e doveva replicarsi sino al 30 novembre, mentre gia’ stasera salta la prima replica e, nessuno sa niente, ma forse salteranno tutte, nonostante i biglietti venduti e tutto il resto”. E’ lo sfogo di Emma Dante, uno dei nomi della nostra scena piu’ prestigiosi e noti su piano internazionale. Eppure la sua compagnia, che e’ arrivata a Roma da fuori, “stasera si ritrova in mezzo a una strada”, come sintetizza l’autrice-regista. “Non voglio entrare nel merito delle questioni dell’Eliseo e della sua proprieta’ e gestione – dice Emma Dante all’ANSA – ma e’ allucinante che nessuno sia intervenuto sino a oggi, che le istituzioni abbiano fatto deteriorare tutto sino a questo punto senza far nulla, senza sentire alcuna responsabilita’ verso la citta’ e verso un festival storico come Romaeuropa, che ha risonanza internazionale e che ci fara’ fare l’ennesima pessima figura davanti al mondo, per di piu’ in quell’ambito culturale che dovrebbe essere invece il nostro segno distintivo, la nostra ricchezza e orgoglio”.

************************************

Chiusura Eliseo: Federculture al fianco di Romaeuropa

Comunicato stampa

Roma, 20 novembre – Federculture esprime la propria solidarietà agli operatori dello spettacolo colpiti dall’esecutività dello sfratto dello stabile del teatro Eliseo e in particolare alla Fondazione RomaEuropa che nel teatro svolge alcune rappresentazioni.  “Chiediamo alle Istituzioni competenti  – dichiara il Presidente di Federculture Roberto Grossi –  che individuino con urgenza una soluzione affinché possano proseguire le attività del Romaeuropa Festival, evitando i pesanti danni economici e di immagine derivanti dall’interruzione forzata delle rappresentazioni dello spettacolo di Emma Dante, Operetta burlesca, in scena all’Eliseo sino al 30 novembre.”

************************************

Il servizio sulla conferenza stampa di Massimo Monaci, direttore del Teatro Eliseo, del 20 novembre h11.30

************************************