VEACESLAV DRUTA – La balançoire

VEACESLAV DRUTA – La balançoire

Istallazione sonora interattiva

Produzione – Le Fresnoy, Studio nationaldesartscontemporains

Lo spettatore è invitato a improvvisare una partitura musicale sulla base di armonie precomposte, frasi che possono essere combinate in modo casuale. Lo strumento che riproduce la musica è un’altalena appesa a due grandi ruote meccaniche. Le grandi ruote muovendosi fanno vibrare una serie di corde di chitarra che iniziano a riprodurre i suoni. E lo spettatore che dondolando sull’altalena fa “suonare” lo strano strumento a metà tra un gioco per bambini ed un complesso macchinario tecnologico . Il tono dipende dal peso dello spettatore mentre il volume dalla velocità dell’oscillazione. Un’opera sonora, quella di VeaceslavDruta, capace di mettere in relazione l’aspetto ludico ed interattivo dell’arte digitale in un dialogo continuo con oggetti provenienti dalla cultura tradizionale.

Nel 1998 termina gli studi all’University of Arts di Chisinau, (Moldovia) dal 2002 al 2005 è in residenza a Le Fresnoy, National Studio of Contemporary Arts, dal 2004 al 2006 fa parte del programma di ricerca del École Nationale Supérieure des Beaux-Arts, Parigi, Francia. Tra le mostre più importanti: nel 2009 Whispereddances, JozsaGallery, Bruxelles e la mostra – Galérie de l’Eclusen° 10, La Collancelle, Francia. Nel 2012 partecipa all’esposizione collettiva – Nuitblanche en salleobscure  al Palais de Tokyo, Parigi.