header750_2
Romaeuropa Newsletter 2 febbraio 2016

Rivivi lo spettacolo inaugurale della trentesima edizione del Romaeuropa Festival
Guarda l’intervista a Robert Lepage in occasione di 887 al #REf15

youtube_887



Sounds-of-Silences

Il collettivo Edison Studio, con il supporto della Società Italiana degli Autori e Editori per il progetto SIAE – Classici di Oggi e con la collaborazione della Cineteca di Bologna e del Romaeuropa Festival 2016, bandisce il concorso internazionale di composizione musicale per le immagini Sounds of Silences.

Scopo del concorso è quello di stimolare la creatività musicale nella sua interazione con il mezzo audiovisivo e, in particolare, l’interpretazione sonora di pellicole storiche del cinema muto a partire dall’attenzione verso il timbro che caratterizza la musica strumentale, elettronica ed elettroacustica dei nostri giorni. Nella fase preliminare del concorso i concorrenti dovranno inviare entro il 30 aprile 2016 una loro opera audiovisiva di cui avranno composto la parte musicale. Una giuria selezionerà tra i partecipanti tre finalisti che saranno invitati a realizzare entro il 15 ottobre una colonna sonora per un mediometraggio degli anni del muto scelto da Edison Studio in collaborazione con la Cineteca di Bologna. Una giuria internazionale formata da Gian Luca Farinelli (direttore della Cineteca di Bologna), Monique Veaute (presidente della Fondazione Romaeuropa Arte e Cultura), Alvin Curran (compositore), Claudio Ambrosini (compositore) e Giulio Latini (docente di Comunicazione Multimediale all’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”), assegnerà i premi ai concorrenti finalisti nel corso di un evento pubblico programmato per il 12 novembre nell’ambito del Romaeuropa Festival 2016 presso la Casa del Jazz di Roma.

Il monte premi del concorso è di 6.000 euro.
Il Concorso è rivolto a tutti i compositori di qualsiasi nazionalità nati dopo il 31/12/1980.
La partecipazione al Concorso potrà essere sia individuale che collettiva.

Per informazioni: soundsofsilences@edisonstudio.it
Per leggere il regolamento e per Iscriversi clicca qui


CONSIGLIA


 

Maniaci d'amore (2)

Teatro dell’Orologio – Sala Gassman
5 | 7 febbraio 2016

MORSI A VUOTO
di e con Francesco d’Amore e Luciana Maniaci
regia Filippo Renda

Morsi a Vuoto racconta di lei, che è come tutti. Una ragazza che ride sempre, perché non ha niente da ridere. Sarà l’incontro con un uomo sconosciuto e violento a cambiarle la vita, perché con lui – l’altro, il diverso – scoprirà un’emozione vera e senza riserve: la paura di morire. E non riuscirà più a farne a meno.