DEFLORIAN/TAGLIARINI

DEFLORIAN/TAGLIARINI

3-5 aprile
Opificio Telecom Italia
h19.30 + 21.30

Installazione/performance presso l'Opificio Telecom Italia, Via dei Magazzini Generali 20A

Nel brano Follonica, dall’album I Mistici dell’Occidente, del 2010, i Baustelle elencano una serie di oggetti e detriti abbandonati su un litorale/discarica come fotografia di un’umanità logorata eppure meravigliosa nelle sue tinte grigio scure. L’operazione che Daria Deflorian e Antonio Tagliarini compiono in rzeczy/cose sposta questo elenco dalla spiaggia deturpata al calore di un interno domestico, nel quale, di nascosto, brucia e si consuma un’esistenza. In questo spazio cianfrusaglie, scarti, fotografie, documenti, bomboniere abbandonate su scaffali impolverati, in memoria di una non memoria, divengono testimonianza di un’esistenza minuscola, quasi insignificante, eppure straordinariamente concretizzata dal silenzio di ogni singolo oggetto inerte. Costola dello spettacolo Reality, basato sulla vita di Janina Turek, casalinga di Crocavia che aveva scelto di registrare minuziosamente le centinaia di azioni che caratterizzano il nostro agire quotidiano, rzeczy/cose mette in forma di oggetto le migliaia di piccole incombenze annotate senza nessuno scopo dalla donna sui suoi quaderni di carta. Il racconto di quelle stesse azioni sta sotto la polvere grigia che copre gli avanzi dell’esistenza. Come affermano i due artisti: «gli oggetti, il cibo, gli indumenti, le piccole cose di tutti i giorni sono il centro della nostra riflessione per questa installazione/performance inspirata e dedicata a Janina. Le tante cose che in maniera più o meno disordinata affollano le nostre case – che siano utilizzate ogni giorno o dimenticate – sono sempre e comunque gli dei e gli spiriti del nostro quotidiano». Da qui si sviluppa una doppia indagine sulla percezione della realtà che, pur partendo dagli stessi spunti, prosegue simmetricamente con Reality, in scena al teatro Palladium.

ideazione e performance Daria Deflorian e Antonio Tagliarini
a partire dal reportage di Mariusz Szczygie? REALITY
disegno luci Gianni Staropoli collaborazione Fernanda Pessolano
foto © Marco Alamo
organizzazione e comunicazione Filipe Viegas – PAV | Diagonale Artisitca in collaborazione con la casa editrice Nottetempo
ringraziamenti Marzena Borejczuk e Ewa Janeczek
una produzione Planet3/ Dreamachine, ZTL-Pro, Festival Inequilibrio/Armunia con il contributo di Provincia di Roma,
Assessorato alle Politiche Culturali
patrocinio Istituto Polacco di Roma
in collaborazione con Fondazione Romaeuropa / Palladium 2013 e Teatro di Roma debutto Short Theatre, Teatro India, Roma Settembre 2011, Danae Festival, LachesiLab, Milano, Aprile 2012