ASCANIO CELESTINI
LA BALLATA DEI SENZA TETTO

2 giugno CITTAREALE Tensostruttura h 20:00
3 giugno AMATRICE spazio adiacente la scuola h 16:00

INGRESSO GRATUITO

di e con Ascanio Celestini con Gianluca Casadei

Il barbone di Laika o la barbona di Pueblo? La cassiera del supermercato di Pueblo o la Vecchia di Laika che va a farci la spesa insieme alla prostituta e alla donna con la testa impicciata? Giobbe l’analfabeta che conosce il grande magazzino a memoria non è ancora entrato in nessuno dei due testi, ma la sua storia è già scritta. E nemmeno la storia del magazziniere che odia lo zingaro, ma quest’ultimo lo conosciamo già da Pueblo. Questi e altri possono essere i personaggi di questo progetto di narrazione che attraversa tre spettacoli: Laika, Pueblo e il terzo che è ancora in via di formazione. Portiamo in scena Laika da oltre due anni e da pochi mesi abbiamo debuttato con Pueblo. Questi due spettacoli fanno parte di una trilogia che prima o poi completeremo, ma il senso di questo lavoro è di scrivere una drammaturgia unica fatta di tanti personaggi che si muovono in un unico ambiente: una periferia che ruota attorno a due parcheggi, quello del supermercato e quello di un grande magazzino pieno di pacchi. Il narratore racconta quello che vede. Alle volte è ciò che conosce, altre è quel che immagina. Dunque prenderemo i racconti dei tre spettacoli e li smonteremo come un mazzo di carte dal quale pescare ogni volta figure diverse.

COMPAGNIA IL POSTO
+ MARCO CASTELLI SMALL ENSEMBLE
DANZA AEREA SU GRU
LA SFERA DI HILL

9 giugno ACCUMOLI area SAE h 19:00
10 giugno CITTAREALE spazio adiacente birrificio h 19:00 + h 21:00

INGRESSO GRATUITO

ideazione e coreografia di Wanda Moretti Spettacolo di danza aerea su camion con gru L’idea di una creazione di danza su gru che possa essere posizionata ovunque è mossa dall’idea che i luoghi delle performance sono anche “spazi” che possiamo creare insieme alla danza. Così una creazione non più per uno spazio specifico ma per ogni luogo, sulle rive di un fiume, in una spiaggia, in mezzo alla strada. Il corpo si estende al di fuori di se e crea luoghi alternativi. La sfera di Hill è un termine preso a prestito dalla fisica, indica lo spazio d’influenza gravitazionale in relazione ad un altro corpo. Qualsiasi movimento decidiamo di compiere richiede al nostro corpo di risolvere istante per istante un problema di equilibrio dinamico in cui le funzioni dei sistemi nervoso, muscolare e scheletrico si integrino alla perfezione. Ogni alterazione di questi sistemi porta ad una modificazione della gravità. L’atto performativo entra in dialogo con i volumi circostanti. Dal perimetro/confine al centro/dentro, dilatato, galleggiante. Dallo spazio piano allo spazio pieno. Cos’è il volume? Azione nello spazio trasversale che collega la terra con l’aria e ci permette di muovere nuovi livelli, volume esteso, trasversale, che moltiplica lo spazio raggiungibile.

ALESSANDRO BARICCO
PALAMEDE. L’EROE CANCELLATO

23 giugno CITTAREALE tensostruttura h 20:00
24 giugno AMATRICE spazio adiacente la scuola h 16:30

INGRESSO GRATUITO

Alessandro Baricco e Valeria Solarino
Musiche di Nicola Tescari

In Palamede, Alessandro Baricco ha riscritto la vicenda di uno degli eroi greci più attrattivi dell’epica classica seppur rimasto marginale alla Storia, una vittima emblematica dello scontro tra classi dirigenti politiche e intellettuali. Guerriero valoroso della guerra di Troia, Palamede non compare in nessuno dei poemi omerici. Di lui parla Euripide che lo ricorda come l’inventore dell’alfabeto greco e della scrittura, della moneta, del gioco degli scacchi, perfino di tattiche militari. Palamede fu un intellettuale colto e raffinato, oltre che un uomo coraggioso, che ebbe la sfortuna di incrociare sul suo cammino Odisseo, anche’esso geniale ma in tutt’altro modo: più sulfureo e meno trasparente, brillante, astuto e furbo. Baricco racconta come queste due figure abbiano incarnato e incarnino tutt’ora lo scontro tra visioni del mondo: l’illuminismo da una parte e l’oscurantismo dall’altra; la classe dirigente progressista l’uno e quella tradizionalista l’altro.