facebook_pixel

MASSIMILIANO CIVICA

MASSIMILIANO CIVICA
Romaeuropa 2017

 

13 ottobtre h21, 14 ottobre h17 @Teatro Argentina – Spazio Pandolfi

Con Soprattutto l’anguria Massimiliano Civica porta in scena un testo di Armando Pirozzi dai tratti surreali, cinicamente grotteschi, dove nulla è come sembra e tutto si mostra come non potrebbe essere.
In India un padre assorto in meditazione cade in una trance irreversibile; la madre, in Africa e in piena crisi religiosa, appresa la notizia fa il segno della croce al figlio; domiciliata in un lussuoso igloo in Antartide, la sorella prepara una torta dopo aver reagito con un lieve soprassalto. Restano loro, i due fratelli, a doversi confrontare con il corpo paterno, lontano e congelato in un frigorifero, né vivo né morto. Un dialogo, ambientato in una casa immersa nella giungla, e fatto dai discorsi dell’uno e dai silenzi in cui l’altro si rinserra sempre più. Divani a forma di seno, cantanti incapaci, soldi e povertà, ricordi e buchi neri della coscienza, storie così vere da sembrare inventate, scandiscono una pulsazione scenica ineluttabile, dove un universo surreale rischia di divenire specchio del presente. In Soprattutto l’anguria di Pirozzi, è infatti la dimensione teatrale, fatta da parole e silenzi che chiamano la scena, ad aver attratto Civica, che per questa mise en scéne punta a pochi ed essenziali elementi scenografici, ritrovando due attori come Diego Sepe e Luca Zacchini, con cui ha già collaborato. Un lavoro sul testo e nel testo, come nello stile tutto personale del regista, e dove la frase, il discorso e la sua assenza tornano a trovare peso e spazio.

SOPRATTUTTO L'ANGURIA
di Armando Pirozzi
uno spettacolo di Massimiliano Civica
con Diego Sepe e Luca Zacchini
luci a cura di Gianni Staropoli
assistente alla regia Valentina Curatoli
si ringrazia Armunia/Festival Inequilibrio

in corealizzazione con Teatro di Roma

Reatino, classe 1974, laureato in Storia del Teatro, Civica si diploma in regia all'Accademia Nazionale d'Arte Drammatica Silvio D'Amico. I suoi primi spettacoli (Andromaca, Grand Guignol, La Parigina, Farsa) sono ospitati nei più importanti teatri e festival italiani. Nel 2007 vince il Premio Lo Straniero e il Premio Hystrio/Associazione Nazionale Critici Italiani, e diventa Direttore Artistico del Teatro della Tosse di Genova. È del 2008 Il Mercante di Venezia di Shakespeare con il quale vince il Premio UBU per la Regia e il Premio Vittorio Mezzogiorno. Nel 2010 dirige Un sogno nella notte dell'estate di Shakespeare, prodotto dal Teatro Stabile dell'Umbria e dal Romaeuropa Festival.

Con il sostegno di

Main media partner

In partnership con

Main partner teatrale

In corealizzazione con

Main media partner

In partnership con

Main partner teatrale

In corealizzazione con