Eco

Light

Eco

Light

Torna su
Cerca ovunque |
Escludi l'Archivio |
Cerca in Archivio
Prima nazionale - Coproduzione REf20

Ballet Rambert / Lloyd Newson (DV8)

Enter Achilles


Venticinque anni dopo il suo debutto sui palcoscenici internazionali, Enter Achilles, celebre creazione dei Lloyd Newson, per la prima volta al REf nel 1998, torna in scena in un riallestimento curato dallo stesso coreografo insieme al Ballet Rambert. Un nuovo cast, selezionato dallo stesso coreografo (guida della compagnia DV8) si confronta con l’idea di mascolinità osservata attraverso le azioni divertenti, provocatorie e disturbanti di otto uomini colti durante una serata trascorsa in un pub inglese. Creato nel 1995, acclamato dalla critica internazionale e premiato con un Emmy Award nella sua successiva versione filmica, lo spettacolo torna sul palco mostrando la sua attualità e segnando la prima collaborazione in assoluto del coreografo con un’altra compagnia.

Bio

Lloyd Newson: ha diretto il DV8 Physical Theater sin dalla sua fondazione nel 1986. Il suo lavoro si situa a cavallo tra la danza, il teatro, la drammaturgia e il cinema, concentrandosi principalmente su questioni sociali, tematiche psicologiche e politiche. Nato in Australia, Newson si è laureato alla Melbourne University dopo aver studiato psicologia e scienze del servizio sociale. Durante questo periodo ha sviluppato un interesse per la danza, fascinazione che lo ha condotto nel Regno Unito dove ha ottenuto una borsa di studio per studiare alla London Contemporary Dance School. Prima di fondare la sua celebre compagnia (DV8) ha danzato e creato coreografie per numerose compagnie tra cui il Modern Dance Ensemble (Melbourne), l’Impulse Dance Theatre / New Zeland Ballet Company, il One Extra Dance Theatre (Sydney) e lo  Extemporary Dance Theatre (Londra). Il lavoro del coreografo, sia nel suo sviluppo nell’ambito del teatro che in quello per il cinema, è stato premiato con 55 prime nazionali ed internazionali. Il “Circolo dei critici” (Critics’ Circle) lo ha nominato come uno dei cento artisti più influenti in Gran Bretagna degli ultimi cento anni. Newson ha conseguito una laurea ad honorem alla Roehampton University e nel 2013 ha ricevuto un OBE da Sua Maestà la Regina per il servizio alla danza contemporanea.

Ballet Rambert: È una delle principali compagnie indipendenti di danza contemporanea al mondo. Conosciuta per la sua visione internazionale e per la varietà del suo programma, è anche un’istituzione nazionale britannica capace di vantare un pubblico fedele in tutto il Regno Unito. Sempre innovativa e lungimirante, Rambert ha influenzato profondamente lo sviluppo della danza contemporanea, e ne segna ancora oggi la direzione. È stata, non a caso, dimora dei grandi coreografi moderni del XX e del XXI secolo come Frederick Ashton e Christopher Bruce o Wayne McGregor. La propensione al rischio che Rambert ha assunto ben prima delle tradizionali compagnie di balletto, ha caratterizzato le prime commissioni e le prime opportunità coreografiche. Oggi questo ensemble di danzatori, tra i più vari al mondo, è impegnato con la messa in scena delle grandi opere della danza contemporanea ma è anche piattaforma per le nuove leve della danza. ll programma 2019/20 di Rambert include opere di Sidi Larbi Cherkaoui, Sharon Eyal, Wayne McGregor, Marion Motin, Andrea Miller, Ohad Naharin, Lloyd Newson, Hofesh Shechter e Jermaine Spivey. Una nuova identità della compagnia sta emergendo sotto la guida del direttore generale e produttore esecutivo Helen Shute e del direttore artistico Benoit Swan Pouffer. Nel 2018, infatti, Rambert ha presentato un secondo ensemble itinerante, Rambert2, per mostrare a tutto il mondo i suoi migliori danzatori. Enter Achilles segna un altro passo nel percorso della compagnia: per la prima volta la collaborazione con un grande artista si concretizza nella selezione di un cast e nell’assemblaggio di una nuova compagnia pronta a ricreare un’opera iconica per il pubblico di oggi. Rambert ha spinto Lloyd Newson per la prima volta in 30 anni a rimontare una delle sue opere per un’altra compagnia. Rambert ha costruito numerose collaborazioni con altre organizzazioni altrettanto visionarie per realizzare i suoi progetti più ambiziosi, tra queste il 59Productions, il Manchester International Festival, il Royal Ballet e il Sadler’s Wells. La compagnia ritiene che tutte le persone del mondo debbano avere l’opportunità di essere coinvolte, di impegnarsi o di incontrare lavori di danza di altissima qualità, guardando gli spettacoli o prendendo parte a diverse attività o, ancora, interagendo online. Così, assieme alle migliaia di persone che guardano i suoi spettacoli ogni anno, la compagnia è impegnata in attività di formazione o dedicate alla partecipazione. Rambert ha sede nel suo edificio apprositamente costruito nel 2013 nella South Bank di Londra. La vision della compagnia è quelle di essere una delle più eccitanti realtà di danza al mondo, facendo risuonare la danza del 21° secolo nel cuore delle comunità internazionali.

Crediti

Una creazione di Lloyd Newson (DV8 Physical Theatre)
Coreografia: Lloyd Newson con i performers (del passato e di oggi)
Scenografia originale: Ian MacNeil
Musica originale: Adrian Johnston
Disegno luci originale: Jack Thompson
Creativo associato e Tour Director: Hannes Langolf
Performer del Rambert: Richard Cilli, Tom Davis Dunn, Nelson Earl, Miguel Fiol Duran, Ian Garside, Eddie Hookham, Scott Jennings, Georgios Kotsifakis, Jag Popham, John Ross

Presentato da Rambert e Sadler’s Wells
Una produzione di Rambert e Sadler’s Wells co-prodotta in associazione con Onassis STEGI, Athens.
Co-prodotto con Festspielhaus St. Pölten; Grec Festival de Barcelona i Teatre Nacional de Catalunya; Théâtre de la Ville – Paris / Chaillot – Théâtre national de la danse; Les Théâtres de la Ville de Luxembourg; Adelaide Festival, Melbourne International Arts Festival; Romaeuropa Festival e Torinodanza Festival / Teatro Stabile di Torino – Teatro Nazionale.
Premiere: in scena per la prima volta il 7 June 1995 al Wiener Festwochen di Vienna.

Debutto della nuova versione al Festspielhaus, St Pölten.

Premiere della tournee internazionale all’Onassis STEGI, Atene.

Spettacolo sconsigliato ai minori di 15 anni.

  • Per migliorare la tua navigazione sul nostro sito, utilizziamo cookie ed altre tecnologie che ci permettono di riconoscerti.