fbpx

Eco

Light

Eco

Light

Torna su
Cerca ovunque |
Escludi l'Archivio |
Cerca in Archivio

Ben Frost

Live


Classe 1980, nato in Australia ma islandese d’adozione, Ben Frost è uno dei più innovativi compositori della sua generazione e una delle icone dell’elettronica di ricerca contemporanea. Dall’underground alle contaminazioni con Fennesz, Tim Hecker e tanti altri, ha composto negli ultimi anni le colonne sonore di serie cult come la tedesca Dark, vista su Netflix, o l’apocalittica Rised By Wolf prodotta da Ridley Scott per HBO Max Original. Torna al REf con un nuovo live audio/video per presentare in anteprima le sue nuove composizioni.

Bio

Ben Frost (nato nel 1980) è un compositore e produttore australiano di vasto background musicale. Dal 2005 vive a Reykjavik dove fonda l’etichetta Bedroom Community assieme a Valgeir Sigurrosson a Nico Muhly. Frost compone musica minimalista, strumentale e sperimentale, con influenze che vanno dal minimalismo classico al punk rock e al black metal.
I suoi album includono: Steel Wound (2003), School of Emotional Engineering (2004), Theory of Machines (2007), By the Throat (2009), Sólaris (con Daníel Bjarnason) ( 2011), Aurora (2014) e The Center Cannot Hold (2017). Ha collaborato con la compagnia di danza contemporanea Chunky Move, la Icelandic Dance Company e il coreografo britannico Wayne McGregor. Ha inoltre composto la musica per il film FAR di Wayne McGregor del 2010.
Frost compose insieme a Daniel Bjarnason, Music for Solaris, ispirato sia dal romanzo originale di Stanislaw Lem che al film Tarkovsky del 1972, Solaris. Commissionato da Unsound Festival, è stato eseguito da Frost, Bjarnason e la Sinfonietta Cracovia. Ha composto la musica per i film, Sleeping Beauty di Julia Leigh, il dramma islandese The Deep e la serie televisiva britannica Fortitude (2015).
Nel 2012 ha viaggiato nella Repubblica Democratica del Congo con Richard Mosse, insieme a Trevor Tweeten e John Holten, per incidere il suono dell’opera d’arte di Mosse The Enclave, presentata al Padiglione Irlandese per la Biennale di Arte di Venezia.
Nel 2013, nel suo primo ruolo da regista, ha presentato per la prima volta un acclamato adattamento musicale-teatrale del romanzo di Iain Banks The Wasp Factory.
Nel 2017, ha fornito spartiti per il thriller soprannaturale tedesco di Netflix Dark e il film Super Dark Times, e ha presentato in anteprima una nuova installazione con Richard Mosse e Trevor Tweeten, intitolata Incoming, presso il Barbican Centre di Londra, oltre ad aver presentato il suo ultimo studio album The Center Cannot Hold su Mute rec. Nell’anno della pandemia, lavorava come regista e compositore, alla sua seconda Opera: The Murder of Halit Yozgat, commissionata da Staatsoper Hannover, che finalmente è stata presentata al pubblico da Maggio 2022.

  • Eco friendly

    Questo sito web consente al tuo schermo di consumare meno energia quando il computer resta inattivo o quando ti allontani. Uno sforzo globale per ridurre il consumo elettrico del pianeta e il livello di emissioni di CO2. Resume browsing
    Riprendere la navigazione