fbpx

Eco

Light

Eco

Light

Torna su
Cerca ovunque |
Escludi l'Archivio |
Cerca in Archivio
Prima Nazionale / Coproduzione REF

Jefta Van Dinther / Cullberg

On Earth I’m Done (Mountains / Islands)


Artista associato alla svedese Cullberg, una delle più importanti formazioni di danza nordeuropee, Jefta Van Dinther firma con On Earth I’m Done  un dittico arcaico-futuristico dedicato al rapporto tra l’uomo e la natura e alle riflessioni che stanno ridisegnando il nostro co-abitare con le differenti forme di esistenza terrena. Le atmosfere dark, graffianti e spesso provocatorie che caratterizzano il lavoro del coreografo disegnano due differenti paesaggi coreografici. Mountains, evoca l’elevarsi delle montagne per analizzare quel sentimento conflittuale d’amore e d’odio che nutriamo nei confronti di un mondo in continua evoluzione. «La performance solleva interrogativi su cosa significhi esistere e prendersi cura di questo pianeta e approfondisce il rapporto tra l’intelligenza della natura e la formazione della cultura» racconta van Dinther. Con una formazione più ampia di danzatrici e danzatori è invece Island a farci guardare indietro nel tempo per ricordare un mondo che non esiste più. Qui, un gruppo di umani deve ricostruire da zero la propria esistenza e apprendere nuovamente la vita. «Ci dirigiamo verso un luogo in cui l’umanità non può più essere data per scontata. La vita che esiste qui pensa, agisce e parla attraverso il vettore dell’emozione umana ma i suoi sentimenti sono sintetici. La loro interazione sociale è violata, la loro riproduzione sessuale è un’interfaccia, la cura del loro pianeta è automatizzata» continua il coreografo. La malinconia si trasforma in una modalità di sopravvivenza, la danza in un’arma.?

 

Bio

Jefta van Dinther (SE/DE) è un coreografo e danzatore che lavora tra Stoccolma e Berlino. Il suo lavoro è caratterizzato da un approccio fisico rigoroso e implica sempre una ricerca scenica del movimento. Il corpo in movimento è il fulcro della sua pratica, ma si relaziona sempre ad un corpo di luce, un corpo di suono e ai materiali che abitano la scena. Il significato dell’essere umano, il rapporto con la società, la comunità e l’ambiente ma anche con le forme di vita animale ed entità non umane sono al centro della sua ricerca artistica. Le performance di Jefta sondano regni metafisici e ultraterreni, costruiscono illusioni, giochi tra visibile e invisibile, sinestesie, oscurità e si concentrano sulla sessualità, sul perturbante, sugli affetti, sulla voce e l’immagine.  Nel 2021 ha presentato in anteprima la prima parte del dittico On Earth I’m Done, intitolata Mountains. Nel 2019 ha presentato in anteprima la performance The Quiet e ha rimontato Plateau Effect per la Staatsballet Berlin. Sono attualmente in tour  Dark Field Analysis (2017), Protagonist (2016), THIS IS CONCRETE (2012) e GRIND (2011). Tra i suoi altri lavori: As It Empties Out (2014), Plateau Effect (2013), The Blanket Dance (2011), Kneeding (2010), The Way Things Go (2009) e IT’S IN THE AIR (2008).
Jefta van Dinther ha e creato la coreografia del video musicale Monument (2015) di Robyn & Röyksopp e ha anche organizzato e curato il festival LIAISON (2015) a Stoccolma.
È artista associato al Cullberg dal 2019 al 2022.
Nel 2012 è stato premiato con la Birgit Cullberg Grant dallo Swedish Arts Grants Committee. Ha ricevuto lo Swedish Theatrecritic’s Danceprize 2013 per Plateau Effect, che è stato anche selezionato per la Biennale svedese delle arti dello spettacolo 2015. GRIND ha ricevuto il premio Sade in Finlandia per il miglior design illuminotecnico e ha ricevuto tre premi durante il Favoriten Festival di Dortmund, 2012.

Crediti

Coreografia: Jefta van Dinther creata e performata assieme alla danzatrice Suelem de Oliveira da Silva
Sound design David Kiers inclusa la musica appositamente composta e basata su Window Sash Weights di Sun Kil Moon
Scenografia Numen/For Use
Lighting design Jonatan Winbo
Costumi Jefta van Dinther con Suelem de Oliveira da Silva

Coproduzione PACT Zollverein Essen, Freiburg Theater and Vitlycke – Centre for Performing Arts

  • Eco friendly

    Questo sito web consente al tuo schermo di consumare meno energia quando il computer resta inattivo o quando ti allontani. Uno sforzo globale per ridurre il consumo elettrico del pianeta e il livello di emissioni di CO2. Resume browsing
    Riprendere la navigazione