DNAmemory

DNAmemory

DNAmemory è il progetto-percorso che in due giorni guida -attraverso la visione di 3 proposte coreografiche- alla scoperta di concetti come trasmissione del gesto, danza e memoria, generazioni passate e future. Il percorso che si articola in tre luoghi del Festival -l’Opificio Romaeuropa, la Pelanda e il Piccolo Eliseo- si muove a ritroso e inizia con le generazioni future, quelle del progetto VITA NOVA per giovani interpreti, con la proposta coreografica di Virgilio Sieni con Indigene. La trasmissione del gesto, lascia spazio alla riflessione sul movimento di Noé Soulier con Mouvement sur Mouvement per approdare all’esplorazione del concetto di repertorio contemporaneo con la presentazione dello storico solo di Raffaella Giordano, Fiordalisi. Il Progetto VITA NOVA ideato e curato da Virgilio Sieni e prodotto dalla Biennale di Venezia è un percorso di formazione verso la creazione di un repertorio di danza contemporanea rivolto a giovani danzatori, di età compresa tra i 10 e i 13 anni. Il progetto si rivolge a tutto il territorio nazionale, allo scopo di favorire, in ogni Regione, lo sviluppo di una o più esperienze. Le Regioni coinvolte nel 2014 sono Lazio, Marche, Puglia, Toscana, Umbria e Veneto. Dopo la presentazione, nell’ambito della Biennale Danza di Venezia, parte del progetto giunge a Roma nell’ambito di DNAmemory con due proposte per giovani interpreti, quella di Adriana Borriello e quella di Virgilio Sieni.