Eco

Light

Eco

Light

Torna su
Cerca ovunque |
Escludi l'Archivio |
Cerca in Archivio

Colin Offord


Colin Offord (compositore e musicista, di professione) è un cantante, inventore di originali strumenti, scrittore di opere per il teatro musicale e scultore del suono. Ha creato una forma di arte internazionale, ma dallo spiccato carattere australiano che si alimenta di influenze dal Sud-Est asiatico e dall’arte visiva, performativa e musicale della sua avanguardia anglo-celtica.
I lavori di Offord, innovativi, provocatori, accessibile ad un grande pubblico, vivono in performance individuali come in grandi eventi.
Come solista e con il suo gruppo la Great Bowling Company (formato nel 1989), Offord ha eseguito concerti in Europa, America, Asia e in Australia, prendendo parte ai più prestigiosi festival artistici. Ha rappresentato l’Australia al Commonwealth Arts Festival di Auckland e ad Edimburgo. I più recenti progetti includono concerti da solista presso il Tapei Arts Festival di Taiwan ed i festival di Brugge, Tilburg e Torhout in Olanda.
Ha inoltre collaborato a svariati progetti musicali, tra cui quello con il musicista aborigeno Matthew Doyle per BlacKman/Whiteman e quello con Phillip George e la sua Great Bowling Company per la performance Mnemonic Notations presso il Frankston Cultural Centre.
La capacità di legare la musica alla fisicità del teatro e più in generale il principio della partitura come luogo spaziale lo ha portato a creare originali composizioni per William Yang (The North e Shadows), la Restless Dance Company (Icons & Gigibori), Meryl Tankard (Banche & Nuti), Louis Nowra (Capricornia), Pacific Arts Festival (Danseurs de la Pluie) e per la produzione cinematografica di Eddie Steiner, Felicities View.
Molte delle sue opere sono state registrate per la Spiral Sound e la Zoku EMI, mentre la sua arte visiva è stata ospite dei più prestigiosi eventi artistici in Australia.

  • Per migliorare la tua navigazione sul nostro sito, utilizziamo cookie ed altre tecnologie che ci permettono di riconoscerti.