fbpx

Eco

Light

Eco

Light

Torna su
Cerca ovunque |
Escludi l'Archivio |
Cerca in Archivio

Enrica Palmieri


Enrica Palmieri (Roma 1956) studia balletto e danza moderna con Jean Cebron e Patrizia Cerroni, nella cui compagnia, “I Danzatori Scalzi”, danza per diversi anni. Fondamentale per la sua formazione è il periodo trascorso a New York tra il 1978 ed il 1981 durante il quale ha come maestri Alwin Nikolais, Murray Louis e Hanya Holm. Approfondisce la tecnica e l’uso dell’improvvisazione con Haisma, ballerino della “Murray Louis Company”, al Reed College di Portland, e lavora sulla tecnica dell’attore seguendo un laboratorio guidato da Ryszard Cieslak presso La Sonora University of California.
Tornata in Italia, danza con Fabrizio Monteverde ed Enzo Cosimi. Da diversi anni è impegnata in un lavoro di ricerca sul corpo, sulle qualità tattili dello spazio e dell’energia, sul tempo come motore dell’energia. Il suo laboratorio è il corpo e lo spazio che lo criconda, dentro, fuori ed attorno; esso resta la materia prima delle sue coreografie che nascono come studi “profondi” sul movimento: su di esso ed attorno ad esso, in un secondo tempo, agisce la musica, anche quando scritta appositamente. Dalle improvvisazioni nascono i materiali che la coreografa rielabora, riadatta e monta per i danzatori.
Tra i suoi lavori si ricordano, Tatto (1986), Lo spazio nel cuore (1987-88), Pratiche nel tempo (1989), Tracce di peso nell’anima (1990), Colori (1991), Attrito e moto (1993-94), Care ombre (1995-96), Incanto della cattura (2001), Danza del ventre (2003), Fiati sospesi (2004).
Affianca all’attività di coreografa quella di insegnante: dal 1990 è docente di danza contemporanea all’Accademia Nazionale di Roma.