Eco

Light

Eco

Light

Torna su
Cerca ovunque |
Escludi l'Archivio |
Cerca in Archivio

Fausto Sebastiani


Fausto Sebastiani, dopo essersi diplomato alla Scuola Sperimentale di Composizione sotto la guida di Mauro Bortolotti ed al Conservatorio Santa Cecilia di Roma in Musica Elettronica studiando con Riccardo Bianchini, ha seguito seminari con Xenakis, Carter e Ferneyhougs presso la sezione di musica contemporanea della Scuola Civica di Milano, ed i corsi di composizione dell’Accademia Musicale di Città di Castello tenuti da Salvatore Sciarrino.
Dopo essere stato selezionato, nel 1986, al “Concorso Giovani Compositori-Giovani Esecutori” del Centro B. Brecht di Milano, e nel 1988, sia al concorso della Foundation Gaudeamus di Amsterdam, sia al Concorso Nuove proposte musicali di RAITRE (per il lavoro Eco), nel 1995, vince una borsa di studio del Ministero degli Esteri Italiano per studiare presso il LIPM (Laboratorio de Investigacciòn y Producion Musical) di Buenos Aires. Qui, Sebastiani realizza Codice C per chitarra, chitarra elettrica e nastro magnetico, avvalendosi anche della collaborazione dell’artista visivo Lucia Romualdi. Nell’ambito del concorso “40 anni nel Duemila” bandito dalla Federazione Cemat nel 1996, crea una partitura per chitarra elettrica, ensemble, nastro magnetico e live electronics presso il Centro Ricerche Musicali di Roma. E continuando la sua ricerca nel campo dell’elettroacustica, prende parte, nel 1997, al corso di perfezionamento in “Computer Music” presso l’Académie d’été dell’IRCAM di Parigi.
Responsabile dell’archiviazione della nastroteca di Nuova Consonanza presso l’IRTEM (Istituto di Ricerca per il Teatro Musicale), cura un disco dedicato al Maestro Egisto Macchi.
La conoscenza approfondita delle posibilità tecnologiche applicate al campo musicale lo porta a collaborare al progetto-laboratorio Il fumetto sonoro – giochi d’informatica musicale per bambini, organizzato con la compositrice Silvia Lanzalone e la pedagoga Sandra Fortuna in collaborazione con il Centro Ricerche Musicali di Roma.
I suoi lavori sono stati commissionati dall’Istituzione Concertistica Orchestrale di Lecce (Rapsodia per clarinetto e viola solista e doppio quintetto a fiati, 1992), Rassegna Nuova Musica Italiana (Geometrie dall’azzurro velato per flauto solista e 11 archi), Festival Romaeuropa-Nuovi Spazi Musicali (Melologo comico, per voce recitante e strumenti, su testi di Stranalandia di Stefano Benni, 1993), Coop. La Musica (Codice C, per chitarra, chitarra elettrica e nastro magnetico, 1995), Freon Ensemble (Journal Romantique per voce recitante e strumenti, su testo di Delacroix, 1996), Università degli Studi di Roma La Sapienza – Museo Laboratorio d’arte contemporanea (Melodie 2, per nastro magnetico), Orchestra di Roma e del Lazio (Absence, invocazione per un giorno di pace, su testo di Lope de Vega, 2002).
Attualmente insegna “Elementi di Composizione per la Didattica della Musica” presso il Conservatorio di Potenza.

  • Per migliorare la tua navigazione sul nostro sito, utilizziamo cookie ed altre tecnologie che ci permettono di riconoscerti.