fbpx

Eco

Light

Eco

Light

Torna su
Cerca ovunque |
Escludi l'Archivio |
Cerca in Archivio

Filippo Maria Bressan


Da molto tempo dedito allo studio della musicologia e della prassi esecutiva della musica antica, Filippo Maria Bressan ha collaborato con musicisti ed orchestre specializzate nel settore. Ha fondato e dirige l’Athestis Chorus e l’Academia de li Musici, coro e orchestra impegnati nella rivalutazione della grande musica barocca che si avvalgono di testi autentici e di strumenti d’epoca.
Dopo lo studio del pianoforte, si è dedicato alla composizione, al canto e alla direzione formandosi alla scuola di Karl Oesterreicher a Vienna mentre, per la direzione di coro, ha studiato con Jürgen Jürgens e Mark Brown, perfezionandosi poi con Sir John Eliot Gardiner, Ferdinand Leitner e Fosco Corti.
Dopo aver lavorato come assistente di Jürgens, si è affiancato ad altri grandi direttori quali Abbado, Chung, Giulini, Inbal, Järvi, Maag, Maazel, Prêtre, Rostropovich, Sinopoli, Tate, Ballista, Brüggen, Buchbinder, Campanella, Canino, Pärt, Pletnev, Vlad, dirigendo prestigiose formazioni del calibro dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, della Mahler Chamber Orchestra, dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, dell’Orchestra da Camera di Mantova, dell’Orchestra di Padova e del Veneto, dell’Orchestra Sinfonica di Savona, della Camerata Strumentale Città di Prato, dell’Orchestra della Toscana, della Scottish Chamber Orchestra, dell’Orchetra Scarlatti di Napoli, dell’Orchestra Toscanini, dei Filodrammatici di Verona, dei Virtuosi Italiani, e dell’Accademia Montis Regalis.
Già Direttore del Coro dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia a Roma (2000-2002), del Coro Giovanile Italiano (2003, 2004), e del World Youth Choir in Belgio, è stato nominato per la stagione 2004/2005, Direttore Principale dell’Orchestra Sinfonica e Coro di Savona.
Inoltre, attento ed appassionato della musica del Novecento storica e contemporanea, ha registrato in prima esecuzione concerti dal vivo per la Rai, le radiotelevisioni austriaca, francese, slovena e brasiliana.
La sua lunga e sensibile attività ha visto numerose incisioni per etichette discografiche quali Emi, Virgin, Chandos e Deutsche Grammophon.