fbpx

Eco

Light

Eco

Light

Torna su
Cerca ovunque |
Escludi l'Archivio |
Cerca in Archivio

Gabriele Manca


Studia pianoforte con Bruno Canino e composizione con Giacomo Manzoni, diplomandosi con il massimo dei voti nel 1982 presso il Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano. Nel 1980 è assistente-pianista di Cathy Berberian, presso il Centro di studi musicali Ferruccio Busoni di Empoli. Svolge l’attività di maestro collaboratore presso la RAI Radio Televisione Italiana e presso il Teatro Alla Scala, dove lavora tra gli altri con i musicisti Salvatore Sciarrino, Karlheinz Stockhausen, Mauricio Kagel e con registi come Luca Ronconi, Gabriele Lavia, Pier Alli e Pierluigi Pizzi.
Come compositore partecipa a prestigiose rassegne internazionali di musica contemporanea, da Musica nel nostro tempo all’Ars Musica di Bruxelles, dall’Holland Festival al Ferienkursen di Darmstadt, passando per il Gesellschaft für neue Musik di Hannover, Nuovi Incontri Musicali di Milano, Biennale di Barcellona, Festival di Sydney, Biennale di Zagabria, Valencia Cyberfestival, Senzoku-University-Tokyo ed il Melbourne University.
Nel 1985 gli viene assegnato il premio per l’anno europeo della musica Neue Generation in Europa, organizzato dalla WDR di Colonia, Biennale di Venezia e Festival d’Automne di Parigi, mentre le sue composizioni sono trasmesse dalle più importanti emittenti europee, dalla ABC Australiana e dalla NHTT giapponese.
Nel 1995 realizza per il teatro lo “pseudodramma” Treppenwitz (macchinario teatrale elementare), eseguito nell’ambito della rassegna Opera Novità di Sassari e all’Ijsbreker di Amsterdam, nel corso del festival II International Block flute & electronics Festival.
Tra i fondatori dello studio di musica elettronica MM&T di Milano, nonchè membro del comitato scientifico dello studio di ricerca CERM, tiene, nel gennaio 1999, una serie di conferenze, seminari, master class e concerti a Tokyo per la Fondazione Irino, per il Tokyo College of Music, per il Theatre Winter e per l’Istituto Italiano di Cultura di Tokyo.
Ottiene nel 2000 la Japan Foundation Uchida Fellowship per un progetto di ricerca sulla musica nel teatro Noh e nello stesso anno scrive le musiche per ROKUROBYOE, pellicola della regista Chiseko Tanaka incentrato sull’antica e tradizionale forma teatrale del Noh – il film viene presentato all’Art Film Festival di Bratislava ed al Tokyo Fikm Festival 2001.