fbpx

Eco

Light

Eco

Light

Torna su
Cerca ovunque |
Escludi l'Archivio |
Cerca in Archivio

Joaquin Ruiz


Furono i suoi genitori, ballerini, a trasmettergli la passione per la danza: così Ruiz inizia a studiarla all’età di 10 anni, con i maestri Mercedes e Albano a Madrid.
E già a 17 anni fa parte delle più importanti compagnie di danza spagnola come quella di Rafael de Cordoba, il Ballet Nacional de Espana e il Ballet Antologia, dove riesce presto a far emergere la propria carica ed a conquistare posizioni di solista.
Nel 1987, in occasione di una tournèe di due mesi in Brasile, crea una propria compagnia, di ben 20 artisti e con questa realizza diversi spettacoli: Siesta (1993), con musiche di Milles Davis e Marcus Miller (debutto al Centro Cultural de la Villa di Madrid); Flamenco y Mediterraneo (1995), segnato da una fortunata tournèe in Spagna (presentato al Festival de Otono di Madrid); Mar de Tierras (1998); Re-encuentros (1999); La plaza (2002).
Partecipa al Paint Show ’98 di Tokio e all’Oslo Kammer Musik Festival.
Parallelamente alla produzione con la compagnia, porta avanti la carriera solista, lavorando in Torero (1987), ispirato a Federico Garcia Lorca e presentato al Festival di Gerusalemme; in Carmen, dove affianca la magnifica voce di Josè Carreras; in Los cinco bailaores, che lo vede ballare con Joaquin Cortés, Antonio Canales, Adriàn Galìa e Cristobal Reyes.
Importante la sua collaborazione con il gruppo musicale Radio Tarifa, con cui si esibisce a Parigi in occasione del 50° Anniversario dell’UNESCO.