fbpx

Eco

Light

Eco

Light

Torna su
Cerca ovunque |
Escludi l'Archivio |
Cerca in Archivio

Li Troubaires de Coumboscuro


Coumboscuro è il cuore della Provenza d’Italia, nel sud-ovest alpino del Piemonte, dove opera da trent’anni il Centre Provençal per la diffusione di una cultura che affonda le sue radici antichissime proprio nella poesia dei trovatori medievali.
Li Troubaires de Coumboscuro hanno fatto propria questa tradizione, che interpretano con fedeltà pur senza rinunciare a rinnovarla e renderla attuale: il loro stile infatti è una miscela suggestiva di suoni in cui tale patrimonio si affianca a sofisticate timbriche moderne, poiché le fisarmoniche, i flauti ed i violini convivono pacificamente con sequencer e chitarre elettriche.
Formato da otto elementi, Paolo Molineri (batteria), Dario Bertano (chitarre), Marco Ficarra (violino, chitarra elettrica), Clara Arneodo (voce), Roberto Chiriaco (basso), Bruno Sorba (tastiere), Davi Arneodo (voce, flauti, fisarmonica), Salvino Cannone (violoncello), il gruppo aggiorna la tradizione provenzale anche con un repertorio che include brani originali, costruiti sui testi di Sergio Arneodo e spesso improntati ad uno spirito di denuncia sociale che rende la musica dei Troubaires non un semplice reperto etnomusicale.
Le loro canzoni hanno avuto interpreti d’eccezione come Fabrizio De André, i Tazenda, Franco Mussida della Premiata Forneria Marconi, a conferma di un consenso alto che la loro proposta ha saputo attirare negli anni.
Dopo Lou Paròur, Roumiage, Lou pan Crousià (un concept album dedicato al Natale), l’album della consacrazione è stato A toun souléi (Al tuo sole), del 1995.