Eco

Light

Eco

Light

Torna su
Cerca ovunque |
Escludi l'Archivio |
Cerca in Archivio

Mauro Castellano


Nato a Savona nel 1962, vi ha studiato pianoforte con Walter Ferrato, per poi diplomarsi, a soli diciassette anni, presso il Conservatorio Nicolò Paganini di Genova. Ha seguito i corsi di composizione con Sylvano Bussotti, divenendone poi assistente alla Scuola di Musica di Fiesole. Qui ha seguito una masterclass di Maurizio Pollini. Considerato fra i più interessanti strumentisti-compositori della sua generazione, ha ricevuto commissioni da enti quali la Società Italiana di Musicologia (Uno scritto pianistico, 1987), l’Orchestra Studio per la Nuova Musica di Genova (Concerto per pianoforte e orchestra, 1990), il Teatro Carlo Felice di Genova (Scena dei gesti estremi, concerto per pianoforte e orchestra, 1990), Romaeuropa Festival (1993), il Cantiere Internazionale d’Arte di Montepulciano (Orfeo Minore, 1994).
Dal suo repertorio emerge una propensione alla musica contemporanea, per la quale ha studiato ed interpretato opere soprattutto di Berio, Boulez, Bussotti, Donatoni, Messiaen, Stockhausen e Xenakis.
Come pianista, è stato ospite di prestigiosi festival ed istituzioni, nazionali ed internazionali, quali Biennale di Venezia, il Maggio Musicale Fiorentino, il Teatro Regio di Torino, Nuova Consonanza di Roma, il Museo d’Orsay ed il Théâtre Renaud-Barrault di Parigi, l’Alte Oper di Francoforte, La Mama Experimental Theatre di New York, I Monday Evening Cocerts di Los Angeles. Ha inoltre registrato per le maggiori emittenti radiofoniche (RAI, la RSI, la RTL) ed inciso per Ricordi, Wergo, Materiali Sonori e Diapason, Col Legno, Limen. Le sue composizioni sono pubblicate da da Berben ed Edipan.
Accanto all’attività concertistica e compositiva svolge quella didattica, come docente presso il Conservatorio Nicolò Paganini di Genova e maestro sostituto presso il Teatro dell’Opera Giacosa di Savona.

  • Per migliorare la tua navigazione sul nostro sito, utilizziamo cookie ed altre tecnologie che ci permettono di riconoscerti.