Eco

Light

Eco

Light

Torna su
Cerca ovunque |
Escludi l'Archivio |
Cerca in Archivio

Nurit Pacht


Nata e cresciuta in Texas, Nurit Pach si esibisce per la prima volta come violino solista alla tv nazionale, all’età di soli dodici anni. Cinque anni più tardi debutta con la Houston Symphony Orchestra e da allora la sua carriera la porterà a lavorare con alcune delle maggiori formazioni internazionali, permettendole inoltre di esibirsi in luoghi come la Wigmore Hall di Londra, il Musikverein di Vienna, il Kennedy Center di Washington, il Teatro del Popolo di Pechino e il Florence Gould Hall di New York (dov’è direttore artistico della serie di concerti From Proust to Boulez). Interprete sensibile e di grande versatilità (accompagnata da un fedele violino di Nicola Amati, datato 1678), la Pacht ha stretto una serie di collaborazioni prestigiose con alcuni dei più significativi artisti americani contemporanei, compresi il regista Robert Wilson (per Relative Light, in cui convivono brani di Bach, Satie e John Cage), il coreografo Bill T. Jones e il musicista Philip Glass, che ha accompagnato in un’esecuzione del proprio repertorio per soli due strumenti .
Indicata come una delle “Stars of the Year 2000” da Le Monde de la Musique, la violinista texana ha avuto modo di suonare anche in occasioni di grande valore politico e istituzionale, come è successo per il suo concerto a Sarajevo nel 1996, sponsorizzato dall’Onu, o per quello inaugurale a Bruxelles dell’Unione Monetaria Europea, nel 2002.

  • Per migliorare la tua navigazione sul nostro sito, utilizziamo cookie ed altre tecnologie che ci permettono di riconoscerti.