Eco

Light

Eco

Light

Torna su
Cerca ovunque |
Escludi l'Archivio |
Cerca in Archivio

Orchestre National du Capitole de Toulouse


Le due giornate – Commedia lirica in prosa in tre atti (1989)
Creata all’inizio del XIX secolo per le stagioni d’opera del Capitole, l’Orchestre National du Capitole de Toulouse si afferma come orchestra sinfonica nel secondo dopoguerra. Dopo la direzione di André Cluytens e Georges Prêtre, una svolta decisiva è segnata dall’arrivo alla guida della formazione di Michel Plasson, che a partire dal 1968 favorisce un considerevole sviluppo della vocazione sinfonica, impegnandola in diverse tournées all’estero e costruendo un’ampia discografia con EMI France. Nel 1974 i componenti dell’orchestra salgono a 104, nel quadro del piano di rinnovamento musicale voluto da Marcel Landowski, mentre nel 1980 l’allora ministro della cultura le conferisce il titolo di Orchestra Nazionale.
L’Orchestre National du Capitole de Toulouse assicura la stagione sinfonica alla Halle aux Grains di Tolosa (l’ex-mercato del grano che Plasson ha trasformato in una sala da tremila posti) e la stagione lirica al Théâtre du Capitole, ma la sua caratura internazionale, rafforzata negli anni, la porta ormai nei maggiori festival e nelle più rinomate sale da concerto europee: Aix-en-Provence, Bayonne, Besançon, Carcassonne, Chartres, Chorégies d’Orange, Colmar, La Roque d’Anthéron, Lyon, Montpellier, Montreux, Nantes (Les Folles Journées), Théâtre des Champs Elysées, Théâtre du Châtelet, Palais Omnisports de Paris-Bercy, Ravenne, Saint-Jean de Luz, Stresa.
Solo nella stagione 2001-2002, sempre sotto la direzione di Plasson, l’Orchestre è stata invitata al Festival di Bucarest, ad Atene, a Tokyo (per una residenza “Maurice Ravel”), a Pechino, a Shanghai, a Parigi (Théâtre du Châtelet); nel 2002-2003 si è esibita a Digione, a Parigi (Théâtre Mogador), Lugano, Lausanne, Evian, Berna, Zurigo e in Spagna (Festival de Grenade).
Nella sua storia, l’Orchestre National du Capitole de Toulouse ha inciso più di cento dischi, tra cui ricordiamo almeno un recente Carmen di Bizet per la EMI esaltato dalla critica e premiato in Francia nel febbraio 2004 con una Victoire de la Musique.

  • Per migliorare la tua navigazione sul nostro sito, utilizziamo cookie ed altre tecnologie che ci permettono di riconoscerti.