Eco

Light

Eco

Light

Torna su
Cerca ovunque |
Escludi l'Archivio |
Cerca in Archivio

Vittorio Mezzogiorno


Vittorio Mezzogiorno (1941 – 1994), attore televisivo, cinematografico e teatrale, dotato di una figura estremamente fotogenica, ma molto misurata, si è distinto nel corso della sua carriera per un lavoro attoriale attento al dettaglio ed al particolare. La sua prima apparizione sul piccolo schermo risale al 1964, a cui seguono poi lavori come La Fiera delle vanità, una parte secondaria in L’amaro caso della baronessa di Carini (1975), e le parti da protagonista in Una spia di regime (1976), Martin Eden (1979), La Piovra, serie 5 e 6. Il caso Pisciotta di Eriprando Visconti segna nel 1972 il suo esordio al cinema, a cui nel corso degli anni si affiancano interpretazioni per registi quali Werner Herzog (Grido di pietra), Marco Bellocchio (La condanna), Peter Brook (Il Mahabharata, versione cinematografica), Francesco Rosi (Tre fratelli), Marco Tullio Giordana (La caduta degli angeli ribelli).
In teatro dopo un precocissimo debutto nel 1966 con Eduardo, lavora poi con Aldo Giuffrè, Mario Martone (Ritorno ad Alphaville, 1986 e Woyzeck, 1999) e Peter Brook (Il Mahabharata). Ed è proprio dalla partecipazione al monumentale spettacolo di Peter Brook che viene all’attore il riconoscimento internazionale.

  • Per migliorare la tua navigazione sul nostro sito, utilizziamo cookie ed altre tecnologie che ci permettono di riconoscerti.