fbpx

Eco

Light

Eco

Light

Torna su
Cerca ovunque |
Escludi l'Archivio |
Cerca in Archivio

Compagnia del Natana Kairali

Kutiyattam: Il riconoscimento di Sakuntala


Photo © Piero Tauro

È un incontro elettrizzante quello di Josè Montalvo e Dominique Hervieu con il mondo di George Gershwin avvalorato dalla profonda sintonia che lega i due coreografi al compositore. Li accomuna lo slancio verso un’arte fantasiosa e piena di idee ma sempre di immediata comprensione, li sorregge una identica adesione all’eclettismo di forme e di linguaggi artistici anche lontani, convinti come sono che la fusione di stimoli culturalmente diversi rifletta anche una visione della società. La loro consonanza si è?già?concretizzata nell’allestimento curato da Montalvo e Hervieu di Porgy and Bess, andato in scena ad aprile e accolto con successo all’Opéra di Lione, cui ha partecipato anche la compagnia: primo approccio scenico per arrivare a questo nuovo spettacolo su tutto Gershwin e le sue innumerevoli sfaccettature. Morto ad appena 38 anni Gershwin ha composto oltre 700 song, ispirandosi alla musica nero-americana, alle arie d’opera, alle canzoni popolari, alla cantillazione ebraica; a soli 18 anni ha iniziato a scrivere musica per Broadway firmando nella sua breve carriera una trentina di musical; all’avvento del sonoro Hollywood si accorge di lui affidandogli numerose commedie musicali; il celeberrimo Rhapsody in Blue – prima partitura a sdoganare il jazz facendolo entrare nei sancta sanctorum della musica classica –, Concerto in Fa e An American in Paris fanno parte del suo catalogo destinato alle sale da concerto classico e che si apre non a caso con un Tango composto nel 1915. È quanto basta per scatenare una compagnia come Montalvo-Hervieu il cui vocabolario di danza contemporanea spazia tra venature classiche, afro-jazz, hip-hop, clown-dancing, capoeira, e altri stili acrobatici e urbani. Con loro si par te per un viaggio avventuroso nella musica di questo compositore fino ad arrivare ai jazz club e alle atmosfere cinematografiche, alla scoperta di quella cultura musicale e coreografica anni ‘20 e ‘30 dei neri americani, come le “Dance Band” in stile Hotel Savoy, e che ha segnato una rivoluzione nel ballo di coppia e influenzato profondamente l’universo della danza del secolo passato.

Crediti

Di Kãlidãsa
Diretto da Gopal Venu
Interpreti Kapila Venu, Sooraj Thekkepattath Raman Nambiar, Rajanesesh Babu, Ranjith Ramanchadran, Ammannur Kochukuttan Chakiar Sajeev
Musicisti Nirmala Gopalan Nair (talam), Chakkiyodi Divya (cembali), Kizhake Nambiar Madom Parameswaran (tamburi mizhavu), Rajeev Padiparambil (tamburi mizhavu), Hariharan Alikkil Narayana Guptan (tamburi mizhavu), Padinjare Parangodath Unnikishnan (tamburi idakka)
Trucco e costumi Haridas Araya Kalarikkal
Produzione Interarts Riviera SA
Tour management Scènes de la Terre, Chantal Larguier
Con il patrocinio di Ambasciata dell’India in Italia