HEEWON LEE – 108

HEEWON LEE – 108
Romaeuropa 2017

Installazione sonora e video

Production Le Fresnoy, Studio nationaldesartscontemporains, coproduzione Khiasma 2010

L’immagine nasce dal movimento delle lettere, un film unicamente tipografico. Il suono è acustico e viene prodotto da dei carillon (108). Ad ogni carattere corrisponde una nota musicale. In questo modo si formano delle parole e delle frasi sullo schermo accompagnate da suoni, un’orchestrazione aleatoria. L’insieme dell’installazione è pilotata attraverso l’utilizzo dell’informatica, allo stesso tempo bancadati e consolle di comandi.

Il tema che trattaHeewon Lee è concreto, quasi documentaristico, quello dei bambiniabbandonati o orfani, un tema sociale. L’artista indaga a quanto poco spazio viene dedicato loro e desidera attraverso questo lavoro aprire una finestra, uno spazio di visibilità. Ridare loro un luogo per esprimersi nel nostro quotidiano.

Con il sostegno di

Main media partner

In partnership con

Main partner teatrale

In corealizzazione con

Main media partner

In partnership con

Main partner teatrale

In corealizzazione con