fbpx

Eco

Light

Eco

Light

Scroll to top
Search everywhere |
Exclude the Archive |
Search in the Archive

Giulia Odetto

Il mio corpo è come un monte


Il tuo è un desiderio impossibile.
Non è impossibile, è irrazionale.
Non capisco.
Non capisci come.
Non capisco come.
Non pensarci.

Il mio corpo è come un monte è un lavoro di accostamento fisico e visivo per contemplare la possibilità di un desiderio razionalmente irrealizzabile: voler essere una montagna.
La potenza del desiderio può togliere forza alle regole della razionalità, le quali non permetterebbero di esaudirlo. Ma affidandosi ad altri livelli di percezione, abbandonando una fruizione logica degli elementi scenici e puntando su un immaginario vivido e stimolato, un essere umano può essere una montagna.

Sfruttando la componente ipnotica della performance e dell’installazione visiva e sonora, avvicina lo spettatore ad un diverso stato di percezione, non affidato alla comprensione logica di quanto accade in scena: un percorso di accettazione dell’irrazionale.

Bio

Interessata ai processi di creazione sia dal punto di vista performativo sia registico, nel 2016 fonda la compagnia teatrale “Effetto Pullman” per cui dirige “Romei e Giuliette” e “Avesta”. Dal 2018 è la protagonista femminile di “Tango Glaciale Re-loaded” di Mario Martone, spettacolo che le vale la nomina come miglior attrice emergente ai premi “Le Maschere del Teatro Italiano” e “Virginia
Reiter”. Dal 2015 è nel direttivo del “Mirabilia Festival”. Nel 2018 inizia una fruttuosa collaborazione con il Collettivo EFFE studiando l’interazione tra performance, suoni, video e design. Nel 2019 a Rishikesh (India) diventa insegnante di yoga. Nel 2020 presenta Onirica alla Biennale di Venezia – sezione registi Under 30 – e successivamente è assistente di Leonardo Lidi, Filippo Dini, Valerio Binasco e Antonio Latella.

Credits

Il mio corpo è come un monte

concept e regia Giulia Odetto
dramaturg Antonio Careddu 
ambientazione sonora Lorenzo Abattoir 
con Daniele Giacometti, Lidia Luciani, Giulia Odetto
con il tutoraggio di Filippo Andreatta

Powered by REf

un progetto Romaeuropa Festival 2021
nell’ambito di Anni Luce _ osservatorio di futuri possibili
in collaborazione con: Carrozzerie | n.o.t e 369gradi srl

corealizzazione residenze:
Periferie Artistiche – Centro di Residenza Multidisciplinare della Regione Lazio
In network con: ATCL – Circuito Multidisciplinare del Lazio per Spazio Rossellini
Teatro Biblioteca Quarticciolo