Eco

Light

Eco

Light

Torna su
Cerca ovunque |
Escludi l'Archivio |
Cerca in Archivio
Prima Nazionale

Enzo Cosimi

Coefore Rock & Roll


Con Coefore Rock & Roll Enzo Cosimi prosegue il suo progetto di formazione e performance site specific ideato ed inaugurato durante il REf19 con Forse c’è abbastanza cielo su questi prati. Gli allievi attori dell’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio d’Amico, gli allievi dell’Accademia Nazionale di Danza e gli studenti dell’Accademia di Belle Arti di Roma, si confrontano con il mito di Oreste per dare vita ad un nuovo itinerario performativo, risultato di un percorso di formazione multidisciplinare. Il gesto feroce del matricidio commesso dall’eroe greco e il perdono di Atena, l’irrazionalità e la ragione, l’inadeguatezza e il fallimento si cristallizzano in una nuova visione, distillato dell’energia creativa dei giovani performer e della poetica ferocemente romantica e tenacemente rock del coreografo e regista italiano.

Bio

Enzo Cosimi – È uno dei coreografi e registi più autorevoli della coreografia contemporanea italiana. Coreografo ospite del Teatro alla Scala di Milano e del Teatro Comunale di Firenze, firma nel tempo con la sua Compagnia produzioni per i più prestigiosi festival e teatri internazionali, collaborando con artisti dell’eccellenza italiana e internazionale, tra i quali Miuccia Prada, Luigi Veronesi, Richie Hawtin, Aldo Tilocca, Louis Bacalov, Aldo Busi, Daniela Dal Cin, Robert Lippok e Fabrizio Plessi con il quale crea Sciame, primo lavoro di video danza italiano. Nel 2006 firma la regia e la coreografia della Cerimonia di apertura dei XX Giochi Olimpici Invernali di Torino 2006, protagonista l’étoile Roberto Bolle e 250 interpreti. Nella sua carriera, mette a segno con la sua Compagnia più di 40 produzioni, tra cui Sopra di me il diluvio, presentato alla Biennale di Venezia nel 2014 che ottiene il Premio Danza&Danza 2014 come Migliore Produzione Italiana dell’Anno e il Premio Tersicore 2015 a Paola Lattanzi come Migliore interprete contemporaneo. Negli ultimi anni, realizza due trilogie, Sulle passioni dell’anima che affronta i temi della paura collettiva, del desiderio e del dolore e Ode alla bellezza, 3 creazioni sulla diversità, che segna un impegno politico e sociale nella creazione, indagando la realtà delle persone senza fissa dimora, dell’omosessualità anziana, della transessualità. Dal 2018 lavora sul nuovo progetto Orestea – Trilogia della vendetta, che debutta con lo spettacolo Glitter in my tears – Agamennone. Nel 2019 realizza con il Festival Romaeuropa un progetto formativo/performativo in collaborazione con l’Accademia Nazionale di Danza, l’Accademia Silvio d’Amico e l’Accademia di Belle Arti. Nel 2018, riceve il premio nazionale della critica ANCT. Nel 2019 è stato pubblicato un libro monografico intitolato “Enzo Cosimi, una conversazione quasi angelica – 10 domande per uso domestico” a cura di Maria Paola Zedda e pubblicato da Edizioni Editoria&Spettacolo nella collana curata da Paolo Ruffini e Matteo Antonaci.

Crediti

regia, coreografia, scene e costumi: Enzo Cosimi
drammaturgia: Enzo Cosimi, Maria Paola Zedda
progetto di formazione e performance in collaborazione con Romaeuropa Festival e con Accademia Nazionale di Danza, Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio d’Amico, Accademia di Belle Arti
Perfomer: allievi e 4 danzatori della Compagnia Enzo Cosimi (TBA)

Produzione: Compagnia Enzo Cosimi, Mibact

  • Per migliorare la tua navigazione sul nostro sito, utilizziamo cookie ed altre tecnologie che ci permettono di riconoscerti.