Eco

Light

Eco

Light

Torna su
Cerca ovunque |
Escludi l'Archivio |
Cerca in Archivio
Digitalive - Prima Nazionale

Éric Minh Cuong Castaing | Compagnia Shonen

Phoenix


Phoenix è una coreografia per droni e danzatori sviluppata in due spazi distanti, connessi in tempo reale attraverso Skype: il Mattatoio di Roma, dove lo spettacolo è in scena, e Gaza, in Palestina. Interessato al rapporto tra uomo e macchina, tra movimento umano e non umano, il coreografo Éric Ming Cuong Castaing si concentra sulla simbologia del drone come nuovo strumento di sorveglianza e guerra. Esposti al loro ronzio incessante, i tre danzatori si muovono sul palco come fosse uno spazio di guerra mentre il teatro si apre ad un’altra realtà: quella di alcuni artisti palestinesi che raccontano la loro arte e la loro idea di danza. Una pratica che è atto di resistenza sotto un cielo quotidianamente attraversato da “aerei senza pilota”.

 

Bio

Éric Minh Cuong Castaing  Artista associato al Ballet National de Marseille, Éric Minh Cuong Castaing esplora le modalità relazionali, le rappresentazioni e la percezione dei corpi nell’era delle nuove tecnologie. I suoi spettacoli mettono in discussione le dicotomie reale/finzione, natura/cultura, organico/artificiale. Nato a Seine-Saint-Denis si forma nell’ambito delle arti visive. Si diploma all’Ecole de l’Image des Gobelins (Parigi) e lavora per diversi anni come graphic designer per il cinema d’animazione. Interessato alla coreografia e alla sua dimensione live, scopre l’hip-hop nel 1997, poi il Butoh studiando con i maestri Carlotta Ikeda e Gyohei Zaitsu, infine la danza contemporanea attraverso il coreografo e artista tedesco VA Wölfl. Con la sua compagnia Shonen ha strutturato il suo lavoro come un dialogo tra danza, corpo e nuove tecnologie (robot umanoidi, droni, realtà aumentata ecc.). Dal 2011, anno in cui la compagnia si è strutturata, ha creato 20 opere tra performance, film e installazioni ospitate in Francia e in Europa (CN D Paris, Centquatre Paris, MAC Créteil, tanzhaus nrw Dusseldorf, Tanzquartier Vienna ecc.). Shonen riceve il supporto del Ministero della Cultura e della Comunicazione Francese (Drac Paca, CNC-Dicréam) e ha ottenuto numerosi premi (Audi talents 2017, Brouillon d’un rêve arts numériques Scam, bourse Créateur numérique Lagardère, bourse chorégraphique SACD–Beaumarchais, Premier prix de l’Audace artistique et culturelle fondation Culture & Diversité).

 

Crediti

Ideazione e coreografia: Éric Minh Cuong Castaing insieme ai danzatori e alle danzatrici Jeanne Colin, Kevin Fay, Mumen Khalifa, Nans Pierson e la Myuz GB Crew (Meuse Abu Matira, Hamad Abu Hasira, Mohammed Abu Ramadan)
Traduzione: Tamara Saade
Robotica dei droni: Scott Steven
Drammaturgia e supporto all’ideazione: Marine Relinger
Creazione sonora: Gregoire Simon, Alexandre Bouvier
Video: Pierre Gufflet
Regia: Julien Léo David, Mahmoud Alhaj 
Luci: Sébastien Lefèvre
Cameraman a Gaza: Mostafa Abou Thoria
Montaggio Video: François Duverger
Supporto al coordinamento a Gaza: Suzanne Groothuis e Ingrid Rollema, Pieter de Ruiter
Sguardo esterno: Aloun Marchal, Alessandro Sciarroni, Pauline Simon, Youness Anzane, Anne-Sophie Turion

Concept and choreography: Éric Minh Cuong Castaing together with the dancers Jeanne Colin, Kevin Fay, Mumen Khalifa, Nans Pierson and the Myuz GB Crew (Meuse Abu Matira, Hamad Abu Hasira, Mohammed Abu Ramadan)
Translation: Tamara Saade

  • Per migliorare la tua navigazione sul nostro sito, utilizziamo cookie ed altre tecnologie che ci permettono di riconoscerti.