Eco

Light

Eco

Light

Torna su
Cerca ovunque |
Escludi l'Archivio |
Cerca in Archivio
Prima nazionale
In corealizzazione con Instituto Cervantes di Roma
Auditorium Parco della Musica Ennio Morricone
9 Novembre 2023
danza - danza internazionale

Jon Maya
Andrés Marin
Julen Achiary

Yarin

Yarin mette in scena l’incontro culturale tra due differenti tradizioni, linguaggi, zone della spagna. Da un lato la tradizione basca incarnata dal dantzari Jon Maya, dall’altra quella del flamenco rappresentato da Andés Marin. Accompagnati dalla musica live di Julen Achiary i due performer s’incontrano sulla base di un dialogo onesto, mostrando le loro differenze e il loro desiderio di condividere il proprio cammino verso il domani.

Bio

Le produzioni del danzatore Andrés Marín sono focalizzate sulla tradizione flamenca e in particolare sulle “cantes” classiche, attraverso uno stile personale e un’estetica di assoluta contemporaneità. Attualmente è uno dei grandi rinnovatori del genere. Figlio di artisti di flamenco, vive quest’arte fin da bambino, sia attraverso la danza nella scuola paterna sia attraverso il canto. Autodidatta inclassificabile, ha iniziato la sua carriera professionale nel 1992 come solista e coreografo per diversi spettacoli ed eventi, fino a fondare la propria compagnia nel 2002. Le sue creazioni sono state accolte dai principali circuiti europei, sia nel genere del flamenco che della danza contemporanea, tra cui: La Maison de la Danse di Lione, Théâtre National de Chaillot di Parigi, Sadler’s Wells di Londra, Biennale de Flamenco di Siviglia, Montpellier Danse, Musée National Picasso-Paris, Opera di Lille, Lucent Danstheater dell’Aia, Opéra National de Latvia, Théâtre de la Ville de Paris, Mc2: Grenoble, Festival de Danse de Cannes, Biennale d’Art Flamenco de Paris, Festival de Nîmes, Festival de Jerez, Flamenco Viene del sur, Sala Pleyel de Paris, Festival ¡Mira! e il Mercat de les Flors di Barcellona. 

Jon Maya ha avviato la sua carriera di danzatore all’età di sei anni nell’Ereintza Dantza Taldea, un nome di riferimento della danza tradizionale basca, a cui si rifà ancora oggi. Come danzatore di Aurresku ha vinto importanti premi e per diversi anni è stato campione di questo genere nei Paesi Baschi. Alla fine degli anni Novanta, Maya ha creato il gruppo Laxok insieme ad altri artisti. Ma è nel 2001 che fonda il gruppo che dirige ancora oggi: la Kukai Dance Company. Un gruppo che crea spettacoli contemporanei basati sulla danza tradizionale basca e che si impegna a interagire con altre discipline artistiche e stili. 

La compagnia diretta da Jon Maya ha vinto, tra gli altri, il MAX Award 2009 per il Newcomer Show, due MAX Award 2015 per Gelajauziak: miglior composizione musicale (Sabin Bikendi) e miglior cast, e tre MAX Award 2017 per Oskara: miglior spettacolo di danza, miglior cast e migliori costumi (Iraia Oiartzabal). Nel 2017 Kukai Dantza ha ricevuto il National Dance Award. 

Crediti

Danzatori: Andrés Marín and Jon Maya
Live music: Julen Achiary
Coreografia: Andrés Marín, Jon Maya e Sharon Fridman
Drammaturgia Sharon Fridman
Assistente alla coreografia: Melania Olcina
Lighting and scenic space: David Bernués
Sound space: Xabier Erkizia
DProduzione creativa: oltza Oar-Arteta
Costumi: Ikerne Giménez
Team tecnico Acronica Producciones
Amministrazione: Elena García

Crediti di Produzione

Produzione: Kukai Dance
Collaborazione e realtà co-produttive: Bienal de Flamenco de Sevilla, BBK Bilbao Aretoa, Errenteriako Udala, Festival Escenas de Patrimonio, Festival de Itálica, Malandain Ballet Biarritz, Victoria Eugenia Antzokia e Etxepare Euskal Institutoa.
Organizzato dall’Instituto Cervantes e INAEM, nel Plan de Recuperación, Transformación y Resilencia – finanziato dall’Unione Europea – Nextgeneration.eu

Questo evento si avvale del supporto del Programma Internazionalizzazione della Musica e delle Arti Sceniche spagnole, coorganizzato dall’Instituto Cervantes e dall’Istituto Nazionale delle Arti Sceniche e della Musica (INAEM) del Ministero di Cultura e Sport della Spagna, nell’ambito del Piano di Ripresa, Trasformazione e Resilienza – finanziato dall’Unione Europea – Nextgeneration.eu.