DNA TALK: IL WEB SALVERÀ LA VIDEODANZA?

DNA TALK: IL WEB SALVERÀ LA VIDEODANZA?

6 novembre
h15.30

Opificio Romaeuropa
ingresso libero

PROGRAMMA DI SALA

La Fondazione Romaeuropa in sinergia con il Cro.me e Coorpi continua il suo ciclo di talk dedicati agli archivi coreutici e alle tematiche che ne derivano: condivisione, promozione e fruizione in piena era digitale, diritto d’autore e “Web regulation”. Il tentativo è quello di profilare un progetto comune su territorio Nazionale che sappia valorizzare i suddetti temi e portarli in Europa. Che relazione ha, oggi, la danza con il video e il web? Come è evoluta dagli anni ’80 al 2014? Come il web rappresenta in termini di low-cost production e fruibilità friendly una salvezza per la video danza? Sono le domande del secondo incontro a cui partecipano Gitta Wigro curatrice e programmatrice freelance inglese, specializzata in dance film, Martine Dekker Direttore Generale di Cinedans di Amsterdam, Festival interamente dedicato al dance film, Susanne Franco studiosa, Cristiana Candellero e Lucia de Rienzo co-direttrici del contest La Danza in un minuto. Ad Enrico Coffetti, moderatore dell’incontro, il compito di sollecitare le relatrici e tentare una risposta alla domanda, il web salverà la videodanza? L’incontro è seguito dalla presentazione delle opere video selezionate dal contest La danza in 1 minuto 2013: “More than you think” di Jacopo Landi / Vanessa Michielon (Piemonte), 1° Premio Assoluto della giuria, MENZIONE CINEDANS – BEST CINEMATOGRAPHY, MENZIONE CINEDANS – BEST EDITING, Premio Speciale alla produzione – Under 30 e “Liquid Path” di Filomena Rusciano (Campania) Premio Speciale – Sostegno alla produzione. Seguono in anteprima assoluta i due cortometraggi inediti realizzati dai vincitori del Premio Speciale alla produzione – Under 30 e del Premio Speciale – Sostegno alla produzione, attualmente in fase di lavorazione. In conclusione “Ho deciso di smettere danza perché il saggio mi stava un pò antipatico” di Sabrina Mazzuoli (Toscana) MENZIONE CINEDANS – BEST CONCEPT. La riflessione continua con un secondo appuntamento curato da COORPI – Coordinamento Danza Piemonte, il prossimo 27 novembre a Torino, in occasione della premiazione dell’edizione 2014 del contest La Danza in 1 minuto. Il talk torinese è organizzato in collaborazione con DNA 2014, Cro.me – Cronaca e Memoria dello Spettacolo, Università degli Studi di Torino – Corso di laurea triennale in DA MS e LMQ – Laboratorio Multimediale G. Quazza. Riprendere il tema della relazione fra danza, video e nuove tecnologie, per indagare i nuovi scenari e le opportunità che l’era digitale apre alla produzione e alla documentazione in un confronto storico ed estetico che ne decifri differenze e tendenze: quali i nuovi autori del terzo millennio? Come si rapportano a quest’arte? Quali gli ambiti, i generi e i linguaggi di produzione più sviluppati? Quali gli spazi pubblici tradizionali e gli spazi virtuali dedicati alla danza in video? Quali le potenzialità di diffusione partecipata e attiva?