fbpx

Eco

Light

Eco

Light

Torna su
Cerca ovunque |
Escludi l'Archivio |
Cerca in Archivio

Abdessadak Chekara


Nato a Tetuan, in Marocco, nel 1931, Abdessadak Chekara è figlio d’arte, con un padre musicista e una madre discendente da un illustre famiglia di poeti. Esponente di spicco dell’Al-Ala, la musica arabo-andalusa, virtuoso del violino e famoso per il suo mawawil (canto solista improvvisato), Chekara comincia la sua carriera di concertista a soli 14 anni, arrivando alla notorietà nel 1949 con la vittoria del premio come miglior violinista al concorso organizzato dall’esposizione internazionale di Casablanca. Nel 1957, anno stesso dell’inaugurazione del nuovo Conservatorio di Musica e Danza, egli forma con alcuni amici l’Orchestra del Conservatorio di Tetuan, con la quale compie diverse tournée, in patria ed all’estero, acquistando una crescente popolarità, anche istituzionale, come ambasciatore della musica Andalusa. Dopo aver suonato per l’Unesco (1961), nonché davanti alla Regina d’Inghilterra durante il Festival Islamico della Musica (1975), nel 1978 è nominato Supervisore Generale dello stesso Conservatorio, che contribuisce a trasformare in un dinamico punto di riferimento culturale.
Al 1982 risale l’incontro a Granada con il professor José Heredia, il cui celebre risultato, Ya Bint Bladi, fonde la musica popolare di Tetuan alla tradizione del flamenco, dando vita ad un incontro inevitabile quanto suggestivo. L’apertura alla cultura europea raggiunge tuttavia l’esito più inatteso grazie al sodalizio con il musicista inglese Michael Nyman: chiamato a comporre un brano per l’expo di Siviglia del 1992, Nyman scrive The Upside-Down Violin (ispirandosi proprio ad un violino capovolto raffigurato in un quadro di casa Chekara), che viene eseguito insieme dalla sua band e dall’Orchestra di Tetuan. Il curioso matrimonio riscuote un grande successo, tanto da dar vita a diverse esibizioni per terminare in un disco due anni dopo, sancendo anche in Europa il grande prestigio dell’orchestra arabo-andalusa.
Dopo una lunga malattia, Abdessadak Chekara è morto il 31 ottobre del 1998, all’età di 67 anni.

  • Per migliorare la tua navigazione sul nostro sito, utilizziamo cookie ed altre tecnologie che ci permettono di riconoscerti.