Eco

Light

Eco

Light

Torna su
Cerca ovunque |
Escludi l'Archivio |
Cerca in Archivio

Air


Nicolas Godin e Jean-Benôit Dunckel sono più propensi a citare tra le loro fonti di influenza artisti come Burt Bacharach e Brian Wilson, piuttosto che Derrick May e Aphex Twin, loro contemporanei. Il duo francese degli Air è sicuramente tra le band di electropop più celebri degli anni Novanta: il loro suono, adatto ad un ascolto in casa quanto ad una pista da ballo, è intriso di moog e sintetizzatori anni Settanta, popolato di visioni soffici e rilassate alla Jean-Michel Jarre o alla Vangelis e caratterizzato da un gusto orchestrale negli arrangiamenti e da un abbondante uso delle voci femminili.
Nati entrambi a Versailles, si sono incontrati dopo gli anni del liceo. Dunckel ha studiato al conservatorio di Parigi mentre suonava con gli Orange, ed è Alex Gopher, un componente della band, che gli ha presentato Nicolas Godin. Nel 1995 i due formano gli Air e l’anno dopo esce il loro primo singolo, Modular, seguito da Casanova 70. Oltre alle dichiarate influenze di Serge Gainsbourg, il gruppo ha qualcosa in comune con la techno house dei Daft Punk, e si impone presto alla ribalta internazionale. Nello stesso anno sono chiamati a remixare brani dei Depeche Mode e di Neneh Cherry, e partecipano alla compilation Sourcelab 3. Dopo aver firmato con la Virgin, debuttano nel 1998 con l’album Moon Safari, che grazie a singoli come Sexy Boy e Kelly Watch the Stars, procura al duo una notevole popolarità anche oltreoceano, permettendogli diverse tournées in America oltre che in Francia e in Europa.
Danno quindi alle stampe Premiers Symptomes (1999, raccolta de loro primi singoli), The Virgin Suicides (2000, colonna sonora per il film d’esordio di Sofia Coppola, uscita per la loro neonata etichetta, la Record Makers), 10,000Hz Legend (2001) e l’album di remix Everybody hertz. Il loro interesse per il mondo del teatro li spinge nel frattempo a comporre musica per spettacoli quali City Reading Project di Alessandro Baricco (2002) o Near Life Experience, una coreografia di Angelin Prejlocaj, a conferma del loro prestigio internazionale.
L’ultimo album, Talkie-Walkie (2004), prodotto dal leggendario Nigel Godrich, è stato seguito da una lunga tournée in tutto il mondo.

  • Per migliorare la tua navigazione sul nostro sito, utilizziamo cookie ed altre tecnologie che ci permettono di riconoscerti.