fbpx

Eco

Light

Eco

Light

Torna su
Cerca ovunque |
Escludi l'Archivio |
Cerca in Archivio

Barak Marshall


Nato a Los Angeles nel 1968, Barak Marshall è figlio della celebre ballerina e coreografa Margalit Oved, etoile dell’Inbal Dance Theater dal 1950 al 1965 ed in seguito spesso presente negli stessi spettacoli di Barak.
Dopo gli studi di sociologia e filosofia ad Harvard, inizia a calcare le scene come tenore, partecipando a diverse produzioni universitarie. Su commissione di Peter Sellars, allora direttore del Los Angeles International Festival, firma il suo primo lavoro, Beggars of the Night, ma il successo arriva solo con il trasferimento in Israele, dove Aunt Leah vince il primo premio nella competizione istituita dal Suzanne Dellal Centre di Tel Aviv, trasformandolo in uno dei più promettenti giovani talenti della danza israeliana. Nel 1998 crea Emma Goldman’s Wedding, un lavoro molto apprezzato che gli guadagna tra gli altri il Prix d’auteur du conseil général de Seine-Saint-Denis: grazie a questo spettacolo, compie con la sua compagnia una lunga tournée europea di oltre settanta tappe, partecipando ad appuntamenti prestigiosi come la Biennale della Danza di Lione.
Avvia così una serie di collaborazioni di alto livello, firmando lavori tra gli altri per l’Israel Festival, la Transitions Dance Company di Londra e la Philadanco Dance Company di Philadelphia, fino ad essere invitato da Ohad Naharin come primo coreografo residente della Batsheva Dance Company, per la quale, a partire dal 1999, realizza due spettacoli, tra cui Shoshana’s Balcony.
Oggi vive e lavora a Los Angeles.