Eco

Light

Eco

Light

Torna su
Cerca ovunque |
Escludi l'Archivio |
Cerca in Archivio

Francesco La Licata


Nato a Palermo nel 1957, nel 1978 si diploma in pianoforte presso il Conservatorio cittadino Vincenzo Bellini, affiancandovi contemporaneamente lo studio del clavicembalo con Pagano e di Composizione con Sollima. Dopo aver presentato Come……preludi al Teatro Politeama di Palermo, debutta nel 1981 al Teatro La Fenice di Venezia nell’ambito della rassegna “Opera prima”, in occasione della quale ha modo di conoscere il compositore Aldo Clemente, un incontro fondamentale per lo sviluppo del suo approccio alla musica. Nel frattempo consegue il diploma in composizione presso il Conservatorio S. Cecilia di Roma, e studia direzione d’orchestra all’Ernst Read Music Association di Londra ed al Conservatoire Superior de Musique di Ginevra.
Comincia quindi ad affiancare alla direzione di opere di musica contemporanea, la composizione di opere da camera, vocale e per orchestra, avendo molti riscontri di pubblico e di critica in Europa come in America ed in Asia.
Nel 1988 fonda a Palermo il gruppo strumentale Zephir Ensemble, particolarmente attento alla diffusione della musica contemporanea italiana: con questo, La Licata è ospite di numerose istituzioni e festival. Nel frattempo continua a collaborare con diverse istituzioni musicali quali l’Orchestra da Camera di Ginevra, l’Orchestra Sinfonica Siciliana, l’Orchestra da Camera di Bologna, l’Ensemble Spazio Musica di Cagliari, l’Ensemble Recherche di Feiburg, i Solisti aquilani, l’Ensemble Musica Novecento di Perugia, l’Orchestra del Teatro Bellini di Catania, l’Orchestra del Teatro Petruzelli di Bari, l’European Music Project, l’Artoll Ensemble di Kleve.
Come assistente musicale, lavora inoltre con Iannis Xenakis per l’opera Oresteia, in occasione della sua prima esecuzione al Festival di Gibellina (1987). Al Festival del Novecento di Palermo ha esordito nel 2000 come autore di teatro musicale con l’opera L’Angelo e il Golem.
Insegna al Conservatorio Bruno Maderna di Cesena “Lettura della partitura”, e collabora con il gruppo di ricerca che cura le edizioni critiche delle opere del grande compositore.

  • Per migliorare la tua navigazione sul nostro sito, utilizziamo cookie ed altre tecnologie che ci permettono di riconoscerti.