Eco

Light

Eco

Light

Torna su
Cerca ovunque |
Escludi l'Archivio |
Cerca in Archivio

Ingo Metzmacher


Nato ad Hannover nel 1957, Ingo è figlio del violoncellista Rudolf Metzmacher. Dopo le prime lezioni di musica, ricevute fin da bambino, studia pianoforte, teoria e direzione, oltre che nella città natale, a Salisburgo ed a Coloni, aapprodando, nel 1981, all’Ensemble Modern come pianista. Lavora nel frattempo con Stockhausen, seguendolo in diverse tournées, e frequenta corsi di perfezionamento con Peter Eötvos e Franco Ferrara.
Già nel 1985 è uno dei direttori stabili dell’Ensemble Modern, esperienza che lo porta a stretto contatto con quella musica contemporanea che rimarrà la chiave di volta del suo repertorio, malgrado due anni più tardi il suo debutto all’Opera di Francoforte avvenga con Le Nozze di Figaro. Nel 1987 è anche al Musiktheater im Revier di Gielsenkirchen per dirigere Il flauto magico di Mozart e Der Silbersee di Kurt Weill, mentre Hans Zender lo assume come direttore associato per Elektra all’Opera di Bruxelles. È qui che Metzmacher conquista fama internazionale grazie ad una memorabile esecuzione in prima mondiale di Der ferne klang, l’opera di Franz Schrekers: da allora torna più volte come direttore ospite sia dell’Opera di Bruxelles che della Flemish Opera di Anversa, specializzandosi nel repertorio operistico del XX secolo e ricevendo inviti dai maggiori teatri europei.
Dal 1995 è il principale direttore ospite dell’Orchestra Filarmonica di Bamberg, mentre nel 1997 diventa direttore musicale generale dell’Opera di Amburgo: in diverse stagioni ha modo di confermare appieno le proprie qualità direttive, guidando, tra gli altri, con grande successo, Macbeth, Lohengrin, Hyperion and Dukas di Maderna, Wozzeck di Berg, Al gran sole carico d’amore di Nono (esibizioni spesso registrate dalla EMI, sua etichetta esclusiva dal 1993 ad oggi).
Nel 1997 dirige anche per la prima volta l’Orchestra Filarmonica di Berlino, nell’esecuzione (in prima assoluta) della Nona sinfonia di Henze, ed ha l’occasione di salire sul podio di alcune delle più prestigiose formazioni mondiali.
Tra gli ultimi incarichi, la lunga tournée europea dedicata nel 2005 a Karl Amadeus Hartmann nel centenario della nascita, e la nomina a direttore della Netherlands Opera, a partire dalla stagione 2005/2006.

  • Per migliorare la tua navigazione sul nostro sito, utilizziamo cookie ed altre tecnologie che ci permettono di riconoscerti.