fbpx

Eco

Light

Eco

Light

Torna su
Cerca ovunque |
Escludi l'Archivio |
Cerca in Archivio

Maria José Morais


Nata a Porto, termina a soli quindici anni il Corso Superiore di Pianoforte al Conservatorio Nazionale con il massimo dei voti. Si perfeziona con Darré e Nadia Boulanger a Parigi, Fanny Watermann in Inghilterra, Stanislav Neuhaus e Nikita Magaloff. Dopo l’esordio a Parigi e Londra nel 1974, viene immediatamente considerata una delle più giovani e promettenti pianiste del panorama intemazionale. Suona sui più prestigiosi palcoscenici d’Europa, ma anche in Giappone, Russia e Stati Uniti. Sotto la direzione di maestri come Garcia Navarro, José Serebrier, Vladimir Stoyanov, Philipe Bender, Karol Teush, Mircea Cristescu, Arnold Katz, Silva Pereira, Philippe Entremont, Valery Gergiev, si esibisce con le orchestre sinfoniche di Osaka, Bruxelles, Baden Baden, Monaco, New Orleans, Leningrado, Cracovia, Singapore e ancora con i London Mozart Players, l’Orchestra da camera di Wallonie, la Gulbenkian, i Virtuosi di Budapest, Gabriel Tacchino, Narciso Yepes, Tsuyoshi Tsutsumi, Luz Leskowitz e i Salzburger Solisten, Enescu, Travnitcek String Quartets. La critica intemazionale la paragona a Gieseking, definendola una pianista capace di “raccontare una storia” con le sue interpretazioni. Rappresentante del Portogallo in giurie di importanti concorsi intemazionali e docente ai corsi di perfezionamento di Conservatori ed Università europee e americane, è particolarmente amata in patria, grazie anche alla radio e alla televisione che le ha dedicato un film – Note portoghesi – trasmesso via satellite e visto da oltre cento milioni di telespettatori. Incide per le case discografiche Balkanton, Emi Classics e la belga Empire Master Sounds, interpretando composizioni per pianoforte solo, da camera e per pianoforte e orchestra. È l’unica solista portoghese a comparire nel Dizionario delle biografie intemazionali di Cambridge. Nel 1998 è candidata negli USA al titolo di Woman of the Year. Le sue tournée più recenti toccano, fra le altre, città come Brussels, l’Aja, New York, Tokyo, il Cairo, Parigi, Bangkok, Kuala Lampur, Roma, Londra, Dublino, Vienna, Salisburgo.