Eco

Light

Eco

Light

Torna su
Cerca ovunque |
Escludi l'Archivio |
Cerca in Archivio

Maria José Morais

Rècital con musica di Chopin, Morais, Messiaen, Gershwin


Unica solista portoghese a comparire nel Dizionario delle biografie internazionali di Cambridge, Maria José Morais presenta al Romaeuropa Festival un recital duttile che spazia da un classico di Chopin – autore di cui la Morais è ritenuta una delle massime interpreti – come il Notturno (1830) ad un omaggio al Messiaen “mistico” di Première Comunion de la Vierge (da 20 regards sur l’Enfante Jesus, 1944), per passare poi attraverso i Tre Preludi di Gershwin (1926), scelti fra i sei composti dal musicista americano ed intrisi di quella inconfondibile ricerca musicale tra vecchio e nuovo continente, a Sonatina n° 2, un’opera del padre della pianista, il compositore Cèsar Morais. Un viaggio fra l’intimo e il popolare, fra l’Ottocento ed il Novecento musicale, attraverso una interpretazione affascinante ed il tocco intenso e rigoroso di uno dei musicisti portoghesi più acclamati al mondo, per la critica internazionale una “virtuosa di rara sensibilità che sa perfettamente come usare la tastiera per trasmettere la sua immensa musicalità”.

Pianoforte Maria José Morais
Musica Frédéric Chopin (Notturno op. 48 n° 1 in do minore, Improvviso op. 29 in la bemolle maggiore, Improvviso op. 36 in fa diesis maggiore, Improvviso op. 51 in sol bemolle maggiore, Improvviso op. 66 in do diesis minore, Scherzo op. 39 n° 3 in do diesis minore), César Morais (Sonatina n° 2: Allegro vivo, Lento espressivo, Allegro vivo), Oliver Messiaen (Première Comunion de la Vierge), George Gershwin (Tre Preludi: Allegro ben ritmato e deciso, Andante con moto e poco rubato, Allegro ben ritmato e deciso).
Con il sostegno di Istituto Camões di Lisbona

  • Per migliorare la tua navigazione sul nostro sito, utilizziamo cookie ed altre tecnologie che ci permettono di riconoscerti.