Eco

Light

Eco

Light

Torna su
Cerca ovunque |
Escludi l'Archivio |
Cerca in Archivio

Orchestra Guido Cantelli


Fondata da Alberto Veronesi nel 1992, è la prima orchestra stabile italiana di perfezionamento per musicisti tra i 18 e i 30 anni. Dopo il debutto al Teatro Regio di Parma, tiene oltre cento concerti in molte delle più prestigiose sedi italiane ed europee come il Teatro alla Scala, la Basilica di San Marco a Venezia, il Teatro Filarmonico di Verona, il Teatro Bibiena di Mantova, la Sala del Dolder a Zurigo, il Teatro Carignano di Torino e la Galleria dell’Accademia a Firenze. Si esibsce inoltre a Palermo, a Roma per l’Istituzione Universitaria dei Concerti, a Schwamendingen, a Mentone per il Festival de Musique, a Gand per gli Stadconcerte ed a Salisburgo per gli Schlosskonzerte allo Schloss Mirabell. Nel 1996 partecipa, su invito di Claudio Abbado, al Festival di Pasqua di Salisburgo con una novità in prima assoluta commissionata per l’occasione a Luciano Berio.
L’Orchestra Guido Cantelli collabora con solisti quali Dmitri Ashkenazy, Piere Amoyal, Aldo Ciccolini, Bruno Giuranna, Francois Joel Thiollier, Anthony Pay, Bruno Canino, Domenico Nordio, Radovan Vlatkovic, Bruno Leonardo Gelber, Stefan Milenkovic, Gabor Ötvös, Piero Toso, Anatoli Ugorsky, Manuel Barrueco, Emanuele Segre e molti altri.
L’orchestra ha inciso svariati compact disc spaziando in un repertorio che va dal Falstaff di Antonio Salieri, dalla Sinfonia Italiana, e dal Concerto per violino di Mendelssohn (solista Salvatore Accardo) giunge a Verkrlärte Nacht di Schönberg e all’Apollon Musagete di Stravinskij, passando attraverso le Serenate di Cajkovskij e Dvorák. L’Orchestra Guido Cantelli vive grazie al sostegno dell’omonima Fondazione e al contributo di sponsor pubblici e privati.

  • Per migliorare la tua navigazione sul nostro sito, utilizziamo cookie ed altre tecnologie che ci permettono di riconoscerti.