fbpx

Eco

Light

Eco

Light

Torna su
Cerca ovunque |
Escludi l'Archivio |
Cerca in Archivio

Renato Rivolta


con Ensemble Nuove Sincronie: boncerto su musica di D’Adamo, Borradori, Bach(1998)
Milanese, ha compiuto studi classici e filosofici oltre a quelli musicali, dedicandosi al flauto, al violino, alla composizione ed alla direzione d’orchestra. Ha inoltre studiato musica da camera con Sandor Vengh al Mozarteum di Salisburgo.
Ha iniziato l’attività di interprete come flauto solista alla Fenice di Venezia, per poi passare prima all’Orchestra Filarmonica del teatro Alla Scala di Milano, infine all’Orchestra Sinfonica della RAI di Torino. Contemporaneamente ha svolto l’attività cameristica e solistica in tutta Europa e in America, partecipando ad innumerevoli prime esecuzioni.
Si è successivamente dedicato alla direzione con particolare attenzione alla musica del Novecento. Nel 1989 è stato selezionato da Peter Eötvös per prendere parte attivamente, quale assistente e collaboratore, ai suoi seminari internazionali (Vienna, Budapest, Bruxelles, Francoforte) e da quel momento ha lavorato, nella veste di direttore, alla guida delle più prestigiose formazioni europee specializzate nel repertorio moderno, con esecuzioni nell’ambito di festival e nelle maggiori sale da concerto.
Ha collaborato con Arturo Tamayo per progetti quali Gruppen al festival di Salisburgo 1994, Sinfonia di Luciano Berio a Bruxelles, la IV Sinfonia di Charles Ives alla RAI di Torino.
In Italia ha diretto, fra le altre, per il Teatro Alla Scala, La Biennale di Venezia, L’Unione Musicale di Torino, l’Orchestra Toscanini di Parma, L’Orchestra Regionale Toscana.
Ha diretto l’Ensemble Nuove Sincronie di Milano, e fondato il Tactus Ensemble all’interno della sezione musica contemporanea della Scuola Civica di Musica di Milano.
Ha collaborato con l’orchestra del Conservatorio Nazionale di Parigi per registrazioni e concerti. Dal 1996 al 1998, unico italiano nel team, è Chef Assistant presso l’Ensemble Intercontemporain, dove ha modo di collaborare con Pierre Boulez e David Robertson.
Nell’arco della sua carriera ha diretto i più prestigiosi ensemble europei in stagioni quali Ars Musica Bruxelles, CDMC Madrid, Vitasaari Festival Finland, Concertgebouw Amsterdam, Wien Modern al Musikverein, Festival Archipel di Gèneve, Musique d’au jourd’hui di Lyon, Musique di Strasbourg, Gulbenkian Foundation di Lisbona, Festival Berio di Milano, Festival Présences di Radio France, Centre Pompidou, Ircam, Musée d’Orsay, Cité de la Musique a Parigi, Festival di musica Italiana della BBC di Edimburgo, BBC a Londra, Konzerthaus di Berlino, sala della filarmonica di Tel Aviv e Gerusalemme, Huddersfield festival, Edimbourgh festival, Warsaw Festival, festival Italia di Tokyo. Dal 2000 è inoltre “direttore ospite” del Musica Nova Consort di Tel Aviv, costituito da membri della Israel Philarmonic Orchestra.
A quella di direttore affianca l’attività di compositore, le sue opere sono state eseguite in Italia, Francia, Belgio, Finlandia ed Israele. Ha onoltre pubblicato numerosi interventi e articoli sulla musica moderna per riviste specializzate.