fbpx

Eco

Light

Eco

Light

Torna su
Cerca ovunque |
Escludi l'Archivio |
Cerca in Archivio

Roberto Abbondanza


Allievo del soprano Isabel Gentile, si è perfezionato come baritono al Mozarteum di Salisburgo e alla Musikhochschule di Köln con Hartmut Höll. Nel repertorio antico e barocco collabora stabilmente con Fabio Biondi e Rinaldo Alessandrini, ed il suo talento lo ha portato ad esibirsi nelle più prestigiose istituzioni italiane, come il Maggio Musicale Fiorentino, l’Accademia Nazionale di S. Cecilia in Roma, la Fenice e la Biennale di Venezia, il Filarmonico di Verona, l’Orchestra Nazionale della RAI, l’Orchestra Toscanini. All’estero si è esibito a Montecarlo, Lione, Nizza, Lisbona, Barcellona, Madrid, Vienna, Bruxelles, Budapest, New York, Washinghton, Toronto, Istanbul, Taipei, ed ha avuto modo di collaborare con direttori quali Myung Whun Chung, Charles Mackerras, Vladimir Spivakov, Simon Preston, Alberto Zedda.
Il suo interesse per il repertorio contemporaneo lo ha spinto verso autori come Maderna, Bussotti, Petrassi e Dallapiccola, ma anche Bernstein o Bacalov; ha inoltre interpretato molte partiture in prima mondiale, di maestri come Philip Glass (Songs of Milarepa, Nella colonia penale), Marcello Panni (Il giudizio di Paride, all’Opera di Nizza), Matteo D’Amico (Farinelli, la voce perduta).
Nel 2004 ha preso parte alla prima di Estaba la madre di Luis Bacalov al Teatro dell’Opera di Roma con la regia di Giorgio Barberio Corsetti, ed è stato protagonista ne Il prigioniero di Dallapiccola al Palacio de Bellas Artes di Città del Messico.
La sua discografia comprende incisioni per Virgin, Opus 111, Naxos, Stradivarius, Tactus e Foné.