fbpx

Eco

Light

Eco

Light

Torna su
Cerca ovunque |
Escludi l'Archivio |
Cerca in Archivio

Shâhrâm Nâzeri


Shâhrâm Nâzeri è nato nel 1960 a Kermanchah, in una famiglia molto tradizionalmente legata alla musica. Suo padre lo inizia molto presto a quest’arte e Shâhrâm acquista da subito una solida base per partecipare alle riunioni sufi a soli otto anni, cantando il Masnavi di Rumi, grande poeta sufi del XIII secolo.

Tre anni più tardi si esibisce nel corso di una programmazione televisiva iraniana ed è in questo periodo che comincia a studiare in modo approfondito la musica tradizionale: si specializza nel radif con il rimpianto Karimi, approfittando anche dell’insegnamento di Borumand e Dâvami, mentre il suo incontro con Shajariân gli permette di studiare a fondo le sottigliezze dell’arte vocale persiana. Nel 1975 ottiene il primo premio di canto al concorso di musica tradizionale e comincia, da allora, ad esibirsi con i due migliori ensemble musicali di quel periodo, Sheyda e Aref.
Shâhrâm Nâzeri, che ha un grande numero di incisioni al suo attivo, è divenuto nel corso di questi ultimi anni uno dei cantanti più conosciuti e popolari in Iran: la sua conoscenza impeccabile e profonda della tradizione e della tecnica gli ha permesso infatti, pur nel rispetto dei principi fondamentali, di percorrere ed interpretare tale letteratura in modo personale ed individuale.
In occasione del sessantesimo compleanno di uno dei maggiori poeti iraniani contemporanei, Sohrab Sepehri, Nâzeri ha inciso Dar Golestaneh (2003), ulteriore conferma delle sue qualità tecniche ed interpretative.