fbpx

Eco

Light

Eco

Light

Torna su
Cerca ovunque |
Escludi l'Archivio |
Cerca in Archivio

Virpi Pahkinen


Nata in Finlandia nel 1966, studia pianoforte al conservatorio di Helsinki, perfezionandosi successivamente in coreografia presso la University College of Dance di Stoccolma dal 1989 al 1992. Nel 1993 lo spettacolo Solark, una delle prime collaborazioni col compositore giapponese Akemi Ishijima, vince il secondo premio nella Bourges Electronic Music Competition nella categoria Musica & Danza. La ricerca di una stretta relazione compositiva con la partitura sonora la porta ad esibirsi spesso su musica suonata dal vivo da Jon Rose (violino) e Niklas Brommare (percussioni). Nel 1996 viene premiata con il Cultureprize della Finlandia per giovani artisti, e con lo Svenska Dagbladet Opera Prize per “aver creato con grande integrità artistica una serie di assoli concentrati”.
Come danzatrice prende parte a diverse produzioni teatrali di Ingmar Bergman presso la Royal Dramatic Theatre di Stoccolma, tra cui, The Bacchae, Peer Gynt, Goldberg Variations, Space and Time, A Winter’s Tale.
Al 1994 risale la sua collaborazione con il GöteborgsOperan Ballet – per il quale crea alcune coreografie e danza, nell’opera Aniara, il ruolo di Isagel. Continuando a lavorare come coreografa indipendente, crea, fra gli altri, Bardo per cinque danzatori, ispirato al Libro Tibetano dei Morti, Silence of Trembling Hands e Zefirum commissionati dal Balletto Poznanski, e La Lettre de Chasse en Soie per l’Opera Ballet del Vietnam.
Bardo 010, ripresa filmata della coreografia Bardo, vince il premio Golden Antenna in Bulgaria (1998), e viene trasmesso a Singapore, in Giappone, Olanda e Scandinavia.
Nel 2001, all’International Solo Dance Theatre Festival di Stoccarda, Virpi Pahkinen vince il Primo Premio per la Coreografia con il solo Prayer of the Scorpio, a cui segue, nel 2002, la medaglia d’oro della Carina Ari Foundation.
La danzatrice e coreografa vive e lavora a Stoccolma.