Eco

Light

Eco

Light

Torna su
Cerca ovunque |
Escludi l'Archivio |
Cerca in Archivio

Yvonne Rainer


Nata a San francisco nel 1934, dal 1957 ha cominciato un percorso formativo nella danza moderna realizando i suoi primi lavori da coreografa nel 1960. Nel 1962 è stata uno dei fondatori della Judson Dance Theater, origine di un movimento che si è dimostrato una forza vitale per il decennio successivo. Tra il 1962 ed il 1975 ha presentato le sue coreografie sia negli Stati Uniti che in Europa: a Broadway nel 1969, in Scandinavia, Londra, Germania e Italia fra il 1964 e il 1972, e al Festival D’Automne a Parigi nel 1972.
Dal 1968 comincia ad integrare alle sue performance brevi brani filmici e dal 1972 si confronta con la realizzazione di una intera produzione cinematografica. Tra le sue creazioni più note di danza e di teatro Terrain (1963), The Mind is a Muscle (1966-68), Continuous Project-Altered Daily (1969-70), War (1970), This is the story of a woman who… (1973), e After Many a Summer Dies the Swan (2000 commissionatole dalla Baryshnikov Dance Foundation). Nel campo cinematografico ha invece realizzato sette lungometraggi – tutti presentati negli Stati Uniti e presso i maggiori festival cinematografici – da Lives of Performers fino ai più recenti Privilege (1990, con cui nel 1991 ha vinto il Filmmakers’Trophy al Sundance Film Festival e il Geyer Werke Prize all’international Documentary Film Festival di Monaco) e MURDER and murder (1996, vincitore di un Teddy Award al Berlin Film Festival nel 1997 e di uno Special Jury Award nel 1999 al Miami Lesbian and Gay Film Festival).
Ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti, tra cui due Guggenheim Fellowships, un MacArthur Fellowships, un Wexner Prize, sette Nea, tre Rockefeller Fellowships, un Bessie e quattro Honorary Doctorates. Il suo ultimo libro, A Woman Who …: Essays, Interviews, Scripts è stato pubblicato nel 1999 dalla Johns Hopkins University Press. Nell’ottobre del 2002 la Rosenwald-Wolf Gallery di Philadelphia dedica una personale alla coreografa con video installazioni, foto di danza e altri documenti rilevanti che ricostruiscono e restituiscono appieno la lunga carriera della Rainer.

  • Per migliorare la tua navigazione sul nostro sito, utilizziamo cookie ed altre tecnologie che ci permettono di riconoscerti.