fbpx

Eco

Light

Eco

Light

Torna su
Cerca ovunque |
Escludi l'Archivio |
Cerca in Archivio

Sylvie Guillem / Akram Khan

Sacred Monsters


Photo © Piero Tauro

Sylvie Guillem e Akram Khan: è inedito, sorprendente ed entusiasmante questo nuovo abbraccio della danza contemporanea. Lui originario del Bangladesh, cresciuto a ritmo di una frizzante cultura londinese, maestro di “fusioni /confusioni”, come lui stesso ama definirle, tra danza contemporanea e kathak indiano; lei prima ballerina, étoile, favolosa interprete dei più grandi ruoli del repertorio, virtuosa, vibrante, magnetica, espressiva danzatrice contemporanea, musa di coreografi come Béjart, Forsythe, Ek, Maliphant per citarne solo alcuni. La coreografia di Khan Sacred Monsters che ha debuttato al Sadler’s Wells di Londra in settembre e sarà ospitata al Teatro Olimpico, è la perfetta sintesi del connubio dei due artisti: mostri sacri. L’intenzione di Khan è però quella di riflettere sullo status di icona che il mito in qualche modo subisce. Giungendo al parossismo, in un gioco di estremi, il coreografo estrae l’essenza terrena del “mostro” che, reso divino ed “extra-ordinario”, obbligato a rispondere all’istanza della perfezione, diventa per sé stesso mostruoso e disumano. Lo spettacolo è in collaborazione con il Romaeuropa Festival 2006.

@ Azzurra Di Meco
@ Foto Piero Tauro

Crediti

Coreografia e danza Akram Khan
Danza Sylvie Guillem
Coreografia aggiunta Lin Hwai Min

  • Per migliorare la tua navigazione sul nostro sito, utilizziamo cookie ed altre tecnologie che ci permettono di riconoscerti.