fbpx

Eco

Light

Eco

Light

Torna su
Cerca ovunque |
Escludi l'Archivio |
Cerca in Archivio

Mustafa e Övül Avkiran

Ashura


Vestiti di semplici abiti neri, vagano per il palcoscenico perduti e stranieri attraverso i confini fragili di un labirinto di bottiglie, accompagnati solo dall’antica irrequietezza e dalle antiche canzoni. Ashura mette in scena il rapporto con “l’altro”, il vicino, l’aggressività, la dominanza delle culture, l’avventura dell’esilio, il dramma dei migranti. È la storia dell’Anatolia, regione della Turchia una volta plurilingue e multiculturale, dove le grandi religioni monoteiste hanno coabitato, si sono incontrate e anche scontrate: terra nel Novecento ridotta all’omologazione socio-culturale. Ma a rendere affascinante questo “concerto scenico” è come Mustafa Avkiran abbia costruito una narrazione meta-storica e simbolica affiancando danza tradizionale a squarci di teatro contemporaneo, movimenti rituali a statistiche sulla popolazione, voci sacre a voci profane. Armonizzando tutto attraverso la musica: canzoni che in comune hanno ritmi e modi del folclore, ma su cui si elevano canti in lingua copta, armena, ebraica, zazaki, turca, curda e greca, grazie a diverse voci, stilisticamente lontane e timbratissime, tra cui spiccano quella di Sema e del celebre contralto turco Harun Ates. Ashura è la pietanza preparata da Noè al termine del diluvio: per motivi diversi, il giorno dell’ Ashura è una ricorrenza religiosa per gli ebrei e i musulmani, per gli armeni e gli zoroastriani. “Il suo nome antico come la storia dell’uomo – spiega Avkiran – arriva dal passato a mostrarci come le vie dell’esilio siano oggi in movimento”.

 

Crediti

Direzione artistica Mustafa e Övül Avkiran
Musiche Ihsan Kilavuz, Sema
Arrangiamenti Ihsan Kilavuz, Kamil Erdem
Interpreti Mustafa Avkyran, Övül Avkyran, Sema, Harun Ates,  Yhsan KyIavuz, Torab Majlesi, Ismet Kizil, Ca?layan ?Cetin, Selim Sesler
Scene e costumi Ali Cem Koro?lu
Luci Yüksel Aymaz
Assistente di progetto Sirin Aktemur Toprak

Coproduzione
Istanbul Foundation of Culture and Arts, Zu?rcher Theater Spektakel, Amsterdam Stadtschouwburg, Utrecht Stadtschouwburg, Rotterdamse Schouwburg