fbpx

Eco

Light

Eco

Light

Torna su
Cerca ovunque |
Escludi l'Archivio |
Cerca in Archivio

Municipio XI


18 FEBBRAIO 2012 – ore 20.30
Le Petit Paris presenta

18 febbraio 1920 – 18 febbraio 2012 Buon Compleanno Garbatella Nostra Teatro, musica e Performance per festeggiare il 92° anniversario dell’unico quartiere di Roma di cui si conosce esattamente la data di nascita: 18 febbraio 1920, un quartiere dove il patrimonio storico ancora vive nella quotidianità, grazie anche alla trasmissione orale degli episodi, delle vicende quotidiane, del ricordo di “attori di tutti i giorni”, della musica e della poesia che hanno reso famosi i grandi i personaggi del cinema, della cultura, dello sport che vi sono nati o vissuti.

7 MARZO 2012 – ore 21.00
La Compagnia Il Naufragarmedolce presenta

Prove Aperte di Civiltà II | Trame leggere, solide resistenze

Prove aperte di civiltà è uno spazio culturale aperto, un intreccio di teatro e musica. È una giornata in cui artisti e linguaggi si incontrano, si riconoscono, si intrecciano, in uno spazio dedicato alla creatività indipendente. È un canto che vuole resistere al dramma comune dell’esistenza… È un bisogno primario di cultura, bene comune che si oppone alla disgregazione… È una risposta alla proposizione secondo la quale un paese senza Teatro è un paese incivile… per questo nasce “Prove aperte di civiltà”. Questa seconda edizione sarà dedicata alla voce delle donne, così Prove aperte di civiltà diventa un luogo di discussione che solleciti una riflessione culturale e politica sul percorso di libertà e di autodeterminazione che hanno fatto le donne nella storia, per allontanare la violenza, il sopruso e la legge del più forte come ricatto, sui posti di lavoro, nelle famiglie, nella società tutta.

Drammaturgia e regia
Chiara Casarico e Tiziana Scrocca

5 APRILE 2012 – ore 21.00
Cantalavita presenta

La CADUTA un progetto di Tamara Bartolini in collaborazione con Michele Baronio
“E noi che pensiamo la felicità come un’ascesa, avremmo l’emozione che quasi ci smarrisce di quando cosa ch’è felice, cade.” (Rainer Maria Rilke)

La CADUTA è:
Contenuto artistico che si fa metodo.
Happening un divenire che accade mentre si compie.
Dialogo tra lo spazio delle parole e quello della musica.
Rischio perché apre agli altri una dimensione privata e cerca di trasfrmarla in esperienza collettiva.
Possibilità perché si fa attraversare dai luoghi e dalle persone e lascia che questo passaggio trasformi la sua proposta.
Desiderio di fermare la velocità a cui sta andando la nostra vita per restare sospesi in un tempo non previsto dalla nostra società.
Condivisione, interviste, laboratori, biografie della caduta.
Cadere nello spazio della paura e del sogno.
Cadere nel pozzo per ritrovare l’altro nascosto dentro di noi, il diverso.
Teatro, cantiere abusivo in cui le parole si trasformano in rete per l’atterraggio, i corpi disegnano il volo capovolto, i suoni fermano il tempo per recuperare la memoria personale che si fa memoria universale.
Parole che diventano canto.
La Caduta è libera, è prova di resistenza, di volo, è risalita e rinascita, per non dimenticare, per portare parola, memoria e trasformare il luogo del dolore in uno spazio di creatività e di libertà.

MARTEDì 8 MAGGIO – Ore 20.30
Note Galeotte a cura dell’Associazione culturale Il Viandante

Evento-spettacolo di sensibilizzazione dell’opinione pubblica sulle difficoltà che incontrano le persone al’uscita degli istituti di pena nel percorso del reinserimento della società.