DEVIS VENTURELLI

DEVIS VENTURELLI
Romaeuropa 2017

Devis VenturelliVincitore con Lezioni di tiro della terza edizione del Premio Romaeuropa Webfactory nella sezione video, Devis Venturelli è rappresentato in Digital Life 2 anche da una seconda opera, Superfici fonetiche. È il modo per conoscere i diversi aspetti di questo artista emergente, nato in Romagna ma residente e operativo a Milano, dove nel campo delle arti visive ha iniziato la sua ricerca dal 2004. Di formazione architetto, Venturelli guarda allo spazio urbano e architettonico nella sua fissità, come scenografia per installazioni in cui appaiono elementi in movimento libero, flessibili e fluttuanti, spesso lunghe strisce di stoffa come in La casa dell’ospite ed Estasi urbane. In questo Superfici fonetiche, e nel precedente Continuum, le fasce fluttuanti sono ricavate materiale usato in architettura come isolante termico che muovendosi provoca un suono frusciante e ha una superficie riflettente. Anche in Lezioni di tiro c’è un contrasto tra fissità e movimento: una natura scabra e montagnosa fa da sfondo alla silhouette di un uomo armato di fucile che compie una macabra danza dalle movenze nevrotiche. Emerge qui quel tono più acido e sarcastico che Venturelli aveva avuto modo di mostrare anche in Anomalia italiana (2007). Nella poetica di Venturelli traits-d’union sono il contrasto, complementare a una ricerca sui rapporti fissità/movimento e spazio/tempo, e una forte vena surreale che nel guardare al presente di volta in volta può acquistare andamenti più estatici o più ironicamente corrosivi.

Si forma nel 2000 all’ Ecole d’Architecture et du Paysage di Bordeaux. Nel 2002 consegue la Laurea in Architettura presso l’Università di Ferrara. Del 2006 è la Residenza presso ZKM di Karlsruhe. Consegue numerosi premi: nel 2011 il Premio REWf per la sezione videoart; nel 2009 quello delle Pagine bianche d’autore, Menzione Lombardia. Nel 2008 riceve il Premio Aletti Art Verona per conto di Banca Aletti, nel 2007 il Premio arti visive Sanfedele di Milano. Risale al 2006 il Premio Videoarte, Festival Visionaria di Siena.

Con il sostegno di

Main media partner

In partnership con

Main partner teatrale

In corealizzazione con

Main media partner

In partnership con

Main partner teatrale

In corealizzazione con