fbpx

Eco

Light

Eco

Light

Torna su
Cerca ovunque |
Escludi l'Archivio |
Cerca in Archivio
Prima Nazionale

Baro d’evel


Per la pluripremiata compagnia Baro d’evel, formata dal duo franco/catalano Camille Decourtye e Blaï Mateu Trias, è «un prologo, un gesto nudo e crudo che circola tra corpi e voci, ritmi e danze consumate, cadute e momenti», l’introduzione a «una lingua senza parole che accade sotto le nostre vite, invitandoci ad osservare i nostri comportamenti nella superficie mutevole che i nostri gesti ci offrono». Ed è in uno spazio bianco che i gesti di un uomo, una donna e una bambina si inscrivono, come tracce di un balletto sensibile e poetico, come orme nere di passaggi e ritorni e di storie già scritte. Tra teatro, danza e nuovo circo Baro d’evel sembra costruire una zoomata sul presente, sul qui e ora per reinventare con «i nostri gesti ignorati, i nostri gesti impulsivi, i gesti cretini, spasmi e urla, i gesti della vita in ogni modo, della vita a tutti i costi».

Crediti

Prima parte del dittico Là, sur la falaise
Creazione: Festival Montpellier Danse 2018

Autori ed interpreti: Camille Decourtye, Blaï Mateu Trias e Rita Mateu Decourtye.
Collaborazione scenica: Maria Muñoz – Pep Ramis / Mal Pelo
Collaborazione alla drammaturgia: Barbara Métais-Chastanier
Scenografia: Lluc Castells, con l’assistenza di Mercè Lucchetti
Collaborazione musicale e creazione del suono: Fanny Thollot
Progetto illuminotecnico: Adèle Grépinet
Creazione dei costumi: Céline Sathal
Musica registrata: Joel Bardolet (arrangiamenti per archi), Jaume Guri, Masha Titova, Ileana Waldenmayer, Melda Umur.
Costruzione: Jaume Grau e Pere Camp
Direzione generale: Cyril Monteil o Coralie Trousselle
Direttore di scena: Flavien Renaudon o Cyril Turpin
Gestione del suono: Brice Marin o Fred Bühl
Diffusione: Judith Martin
Direttore di produzione: Laurent Ballay
Amministrazione: Caroline Mazeaud
Comunicazione: Ariane Zaytzeff
Addetto alla produzione: Pierre Compayré

Produzione: Baro d’evel

Coproduzioni: GREC 2018 Barcelona Festival e Teatre Lliure a Barcellona, ??Garonne Theatre, scena europea, Montpellier Dance Festival 2018, Malraux national stage Chambéry Savoie, ThéâtredelaCité – CDN Toulouse Occitanie, Pronomade (s) en Haute-Garonne, CNAR, MC93, Maison de la Culture de Seine-Saint-Denis, Le Grand T, teatro Loire-Atlantique, L’Archipel, scena nazionale di Perpignan, CIRCa, Pôle National Cirque, Auch Gers Occitanie, le Parvis, scène nationale Tarbes-Pyrénées, Les Halles de Schaerbeek – Bruxelles, Le Prato, théâtre international de quartier, pôle national cirque de Lille, L’Estive, scène nationale de Foix et de l’Ariège, festival BAD di Bilbao, le Cirque Jules Verne, PNC Amiens, la scène nationale d’Albi nell’ambito del sostegno del FONDOC, Bonlieu, scène nationale d’Annecy, l’Avant-scène di Cognac

Beneficiario del progetto di cooperazione transfrontaliera PYRENART, nell’ambito del programma Interreg V-A Spagna-Francia-Andorra POCTEFA 2014-2020 – Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR)

Residenza: Pronomade (s) in Alta Garonna, CNAR, Le Prato, PNC de Lille, Le Théâtre Garonne.

Con il supporto di MC 93, palcoscenico nazionale da Seine-Saint-Denis a Bobigny e da Animal a l’esquena a Celrà.

Con l’aiuto alla creazione della DGCA, Ministero della Cultura e della Comunicazione, del Consiglio dipartimentale dell’Alta Garonna e della Città di Tolosa.

La compagnia è riconosciuta dal Ministero della Cultura e della Comunicazione – Direzione Regionale degli Affari Culturali di Occitania / Pirenei – Mediterraneo e Occitania / Pirenei – Regione del Mediterraneo.

È supportata dalla Generalitat de Catalunya, Institut Català de les Empreses Culturals per lo sviluppo dei suoi progetti 2018-2020.

  • Per migliorare la tua navigazione sul nostro sito, utilizziamo cookie ed altre tecnologie che ci permettono di riconoscerti.